Login

Chi è on.line

Abbiamo 877 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8893443
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 19 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ARABI COINVOLTI NELL ATENTATO TWIN TOWERSNelle pagine secretate del rapporto ufficiale ci sono le prove del coinvolgimento saudita negli attentati. 

Siamo proprio sicuri che quando abbiamo invaso l'Afghanistan abbiamo dichiarato guerra al Paese responsabile del terrorismo internazionale e dell'11 settembre? Tredici anni di guerra in nome della lotta al terrore. Tredici anni dopo l'invasione, finalmente, due senatori del Congresso di Washington hanno ufficialmente chiesto al presidente Barak Obama che venga tolto il segreto di Stato da ventotto pagine del rapporto finale della commissione d'inchiesta sull'11 settembre. Di cosa parlano? Dell'Arabia Saudita, e del suo ruolo primario nell'organizzazione degli attentati. L'allora presidente Usa George W. Bush scherza col suo amico ambasciatore saudita Bandar bin Sultan.«Il presidente Bush ha oscurato parte del rapporto per non compromettere le relazioni con un Paese alleato e importante partner commerciale», ha dichiarato il senatore democratico Stephen Lynch. «È ora che Obama spezzi il cerchio del silenzio che è stato creato intorno al coinvolgimento saudita. Le tremila vittime, e i loro familiari, hanno diritto alla verità. Smettiamola con la difesa a oltranza di un Paese fondamentalista e terrorista. Per fortuna, Bush e la sua cricca non governano più e non hanno più la possibilità di proteggere i veri padroni di Al Qaida», ha dichiarato il senatore repubblicano Walter Jones. L'allora ministro della Difesa Donald Rumsfeld al fianco del principe Bandar.In questi tredici anni alcune indiscrezioni sul contenuto di quelle pagine sono emerse. Mai, però, attraverso media più importanti. Eccone alcune: «Fahad al Thumairy, impiegato al consolato saudita di Los Angeles, ha coordinato un team che ha accolto Khalid Al Minhdhar e Nawaf al Hazmi, due dei dirottatori del 9/11. La stessa squadra, gestita da Omar al Bayoumi, ha creato un punto d'appoggio a San Diego». Poi c'è la parte che coinvolge l'amico personale di George W. Bush, l'ex ambasciatore saudita a Washington, oggi potente capo dei servizi segreti sauditi: «Il principe Bandar ha inviato centotrentamila dollari a Osama Bassnan, agente saudita che assisteva Khalid Al Minhdhar e Nawaf al Hazmi in California. Un bonifico seguito da altri finanziamenti, sempre legati a Bandar». E ancora: «Il diplomatico saudita Saleh Hussayen era nello stesso hotel di Dulles (vicino Washington, ndr) dove alloggiavano i terroristi protagonisti dell'attacco al Pentagono». Infine: «Esam Ghazzawi, consigliere di un nipote del re, ha ricevuto nella sua sontuosa residenza di Sarasota, in Florida, Mohammed Atta e altri kamikaze. Due settimane prima dell'11 settembre, il funzionario saudita ha lasciato precipitosamente la residenza, abbandonando auto di lusso e costosi arredamenti». A sinistra, il senatore democratico Stephen Lynch. A destra, il senatore repubblicano Walter Jones. Entrambi hanno chiesto a Obama di togliere il segreto totale al rapporto ufficiale sull'11 settembre.Ma in quelle pagine sono custoditi segreti ancora più imbarazzanti per l'Arabia Saudita e per i suoi protettori di Washington.Popoff non ne conosce il contenuto. Però è in grado di raccontare molti dettagli (circostanziati) sul ruolo di primo piano che l'Arabia Saudita, e i suoi alleati statunitensi, ha avuto nell'organizzazione e nel finanziamento dell'11 settembre.Franco Fracassi

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information