Login

Chi è on.line

Abbiamo 434 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8873929
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 15 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

papantoniou-giannos.jpg(Fonte: Investire Oggi - Giuseppe Timpine) - Ex ministro delle Finanze greco ritiene che la Grecia sarà espulsa dall'Eurozona per fare ingoiare all'opinione pubblica tedesca il boccone amaro della mutualizzazione dei debiti sovrani.

 

L’ex ministro delle Finanze greco (1994-2001),Yannos Papantoniou, si è detto convinto che uno o più paesi “indisciplinati” sul fronte delle politiche fiscali, come Grecia e Cipro, saranno fatti fuori dall’Eurozona, per consentire all’opinione pubblica tedesca di accettare una delle due soluzioni possibili per superare la crisi dell’unione monetaria. Secondo Papantoniou, la gestione dell’euro ha portato a una divisione eccessiva tra Nord e Sud dell’Europa, con il primo che paga bassi rendimenti sui suoi bond sovrani, con un’economia stabilizzata ai livelli del 2007 (ultimo anno pre-crisi) e con un tasso di disoccupazione relativamente basso.

Al contrario, nota l’ex ministro, a fronte di una disoccupazione media nell’Area Euro del 12%, in Grecia e Spagna si attesta oltre il 25% e con punte del 60% tra i giovani, mentre la produzione crolla e l’economia arretra. 

Crisi della Grecia: i due scenari secondo Papantoniou

Due gli scenari prospettati da Papantoniou: la Germania non cede sul fronte delle politiche di austerità, la crisi nel Sud si allargherà e per evitare una destabilizzazione interna, i tedeschi daranno vita a un euro del Nord

Il secondo scenario è più ottimistico, almeno in parte: la Germania si convince a superare la crisi con un’integrazione maggiore delle politiche fiscali, il che equivale a una mutualizzazione anche parziale dei debiti pubblici sovrani. Ciò comporterebbe, però, un costo per Berlino, che i contribuenti tedeschi potrebbero essere disposti ad accettare solo in cambio dell’espulsione dei paesi che ritengono maggiormente indisciplinati, vale a dire della Grecia e di Cipro.

Dunque, la “Grexit” sarebbe un sacrificio imposto ad Atene sull’altare delle sensibilità dei contribuenti in Germania e che farebbe l’interesse anche del resto del Sud, Italia inclusa, che potrebbe dare vita all’auspicata mutualizzazione del debito sovrano.

Uscita Grecia dall’Euro: scenario inevitabile 

Ovviamente, quella di un’uscita accompagnata della Grecia fuori dall’Eurozona resta un’opinione dell’ex ministro ellenico, che per quanto autorevole non trova conferme ufficiali. E’ un dato di fatto, però, sottolineato dallo stesso Papantoniou, che Atene sembra in uno stato di default continuo e da l’immagine di dovere essere assistita perennemente a livello finanziario. Proprio quanto i tedeschi meno auspicano per la stabilità dell’euro e della loro economia.

Certo, lo stesso ex ministro ammette che la Grosse Koalition tra la CDU-CSU di Angela Merkel e i socialdemocratici della SPD potrebbe rendere sostenibile, senza il “sacrificio” della Grecia, un percorso che vada verso l’unione fiscale tra i membri dell’Eurozona e la creazione di istituzioni sovranazionali allo scopo. 

Aggiungiamo, però, che i primi segnali che arrivano da Berlino dal nascente governo non sembrano indicare un ammorbidimento delle posizioni tedesche sui punti di maggiore scontro tra la Germania e il Sud Europa di questi ultimi anni. Anzi, la questione delle ricapitalizzazioni bancarie suggerisce l’esatto contrario.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information