Login

Chi è on.line

Abbiamo 820 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8863372
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 12 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

plastica sugli alimenti

Maria Ferdinanda Piva - I nostri rifiuti rispediti al mittente attraverso la catena alimentare. La foto mostra un vermicello parente del lombrico che vive fra i sedimenti, nome scientifico Lumbricus variegates, e le frecce indicano particelle di plastica nel suo tubo digerente.

Le ha inghiottite in laboratorio, ok, ma dopo che i ricercatori hanno trovato grande abbondanza di analoghi microframmenti in uno degli ambienti in cui esso vive: i sedimenti delle spiagge lungo il lago di Garda. Lì le particelle di plastica hanno un’ abbondanza analoga a quella che si riscontra negli oceani.

Il vermicello è molto piccolo (il trattino bianco in basso a destra equivale a mezzo millimetro e mostra la scala della foto), e piccoli o piccolissimi sono anche gli altri esseri viventi che abitano il Garda e che, hanno dimostrato i ricercatori, in laboratorio inghiottono i pezzettini di plastica così abbondanti nei sedimenti: pulci d’acqua, lumachine d’acqua eccetera. Portano la plastica all’interno dell’animale che li catturerà e li mangerà. Al vertice della catena alimentare c’è il sommo predatore planetario, l’uomo, che considera bocconi squisiti i pesci tipici del Garda: anguille, trote, coregoni… Dopo il “continua” i dettagli della ricerca sulla plastica nel lago.

Molto si sa sull’accumulo di plastica negli oceani, poco o nulla però sulla plastica nelle acque dolci. I ricercatori hanno scelto come esempio il lago di Garda, che costituisce una affollata meta turistica ma che in parte si insinua entro remoti angoli delle Alpi

I risultati sono stati pubblicati ieri sulla rivista scientifica Current Biology. Attenzione: non stiamo parlando di grandi pezzi di plastica – le borse per la spesa, le bottiglie dell’acqua… – che si vedono e, volendo, si possono raccogliere. Qui si tratta dei minutissimi frammenti in cui i rifiuti si degradano con il passare del tempo a causa anche dell’azione del sole e delle onde. I frammenti non si vedono, non si possono raccogliere (non con le tecnologie attuali, almeno) ma esistono: si contano a centinaia in un metro quadrato.

Le particelle di plastica sono abbondanti soprattutto sulla spiaggia a Nord del lago di Garda scelta come luogo di campionamento dai ricercatori insieme ad un altra situata a Sud del lago: ci si aspetterebbe istintivamente il contrario, ci si aspetterebbe di trovare più plastica sulle rive meridionali affacciate alla pianura, ma l’apparente anomalia è spiegata dai venti dominanti che spirano in direzione Nord.

Sulla spiaggia-campione a Nord del lago, la frequenza di microframmenti di plastica è appunto paragonabile a quella che si incontra nei sedimenti oceanici. Si sa che la plastica è entrata nella catena alimentare degli oceani; i ricercatori hanno dimostrato che con ogni probabilità lo stesso avviene con la catena alimentare del lago di Garda.

L’appendice della ricerca dedicata a questo aspetto dimostra appunto che vari invertebrati d’acqua dolce presenti lungo il lago di Garda, in laboratorio, inghiottono particelle di plastica analoghe a quelle che si trovano nei sedimenti della spiaggia. E’ verosimile che lo facciano anche in natura. E la natura, appunto, tramite la catena alimentare rispedisce al mittente le nostre schifezze.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information