Login

Chi è on.line

Abbiamo 869 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8899698
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 20 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ragazza incintaL'avvocato: «Si tratta di una voce probabilmente creata dalla deprecabile fantasia di coetanee»

LECCE - La famiglia di Laura fa quadrato. La protegge, le fa scudo dopo la diffusione della notizia che lei, una bambina di undici anni, è incinta. «Laura (il nome è di fantasia ndr), è vittima di una diceria di paese»: così dicono i genitori attraverso il loro legale che chiede di restare anonimo per contribuire a mantenere il più stretto riserbo e l'anonimato su Laura e la sua famiglia.La notizia, nei giorni scorsi, è diventata di pubblico dominio. Se ne parla a scuola, in piazza, ai giardini, «ma resta una diceria - insiste il legale – una voce probabilmente creata dalla deprecabile fantasia di coetanee».Per questo è intervenuta anche la scuola, tentando invano, con i docenti a parlare alle classi e sensibilizzare gli alunni, di frenare quella diceria, «di evitare che si alimentassero le voci». Che a quell’età nascono, montano e sanno ferire, con la cattiveria senza filtro e senza ragione che alberga soltanto nelle menti acerbe e immature di ragazzini e adolescenti.I genitori della bambina, che lavorano nel piccolo commercio in un paese di poche anime, avrebbero scoperto la gravidanza della figlia soltanto da pochi giorni: questo si dice in paese. Come pure che Laura l’avrebbe nascosta finché ha potuto, per la vergogna e la paura. «Ma non è così», dicono ora i genitori.Nessuna visita ginecologica, nessuna gravidanza, nessun futuro padre di 17 anni. Genitori che, smarriti e preoccupati, erigono ora un alto muro di silenzio. Laura continua ad andare a scuola, a uscire ai giardini con le amiche. Scarpe da tennis, jeans e felpa nascondono un corpo acerbo di bambina.«Uno scricciolo, per nulla appariscente», dice chi la conosce e frequenta la sua classe. Una ragazzina come tante, molto bella, con i sogni, le abitudini e le fragilità di una undicenne. Che ha conosciuto il primo amore e lo ha vissuto, senza pensare alle conseguenze. Senza riflettere, senza alcuna prudenza.La sua storia è quella delle tante “mamme teen” alle quali Save the Children ha dedicato uno specifico dossier, realizzato insieme a “Il Melograno”, Centro Informazione Maternità e Nascite di Roma; il Caf di Milano e l'associazione “Orsa Maggiore” di Napoli. E finite al centro di un reality “16 anni e incinta” in onda su Mtv che da settimane divide filosofi, sociologi e studiosi fra chi sdrammatizza e chi mette in guardia dal probabile rischio emulazione. Perché il fenomeno delle mamme teen è in aumento, tanto quanto le gravidanze nelle over 45.E nella maggioranza dei casi – denuncia Save the Children – bambine e adolescenti che diventano precocemente mamme, interrompono gli studi, le relazioni con i loro coetanei «incontrando poi una profonda difficoltà di inserimento sociale e lavorativo nel futuro». Ancor più critica è la situazione delle madri precoci sotto i 16 anni, «che vivono l’esperienza della maternità in una fase certamente prematura del loro sviluppo, non solo relativamente ai canoni attuali delle società avanzate, ma in senso assoluto».Che il caso di Laura non sia isolato, in questo spicchio di Puglia - seconda soltanto alla Sicilia, secondo l’Istat, per numero di gravidanze precoci - lo hanno confermato i dirigenti scolastici di diversi istituti della provincia, da Lecce a Taurisano passando per Otranto. Chiedendo maggiori risorse e corsi specifici sull’educazione sessuale e spiegando quanto numerosi e diffusi siano, soprattutto all'interno delle famiglie, tabù e ritrosie che impediscono di spiegare e informare i ragazzi sulla sessualità.

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information