Login

Chi è on.line

Abbiamo 703 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8901110
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 20 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
...della museruola "al seguito".

guinzaglio

Una nuova ordinanza del ministero della Salute stabilisce nuove regole per gli animali domestici: il cosiddetto "guinzaglio corto" ovvero

al massimo di un metro e mezzo in città, la museruola pronta in caso di necessità. Più tutele per la collettività da eventuali aggressioni da parte degli animali, più responsabilità per i proprietari dei cani e stop ad una moda per i delinquenti. Arriva, infatti, sulla Gazzetta ufficiale 209/13 l’ordinanza del ministero della Salute che dispone nuove regole per i proprietari del caro Fido. Secondo quanto è indicato nel provvedimento viene stabilito l’obbligo del guinzaglio in città che può essere lungo al massimo un metro e mezzo. Prevista l’eventualità della museruola. Una delle novità importanti, rileva Giovanni D'Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, al di là di una serie di misure di buon senso contenute nell’ordinanza, consiste nell’aver dato un duro colpo a quella che era divenuta da anni una tendenza: basta cani aggressivi tipo pitbull ai delinquenti abituali e ai pregiudicati «per delitto non colposo contro la persona o contro il patrimonio, punibile con la reclusione superiore a due anni». «L'Italia è uno dei Paesi che ha la migliore legislazione sugli animali, a tutti i livelli, ma è anche il Paese che la mette meno in pratica». Così il presidente dell'Aidaa, Lorenzo Croce, commenta l'ordinanza del ministero della Salute, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, che indica nuove regole per chi ha un quattrozampe domestico. «Siamo d'accordo sulle regole generali, come il guinzaglio corto e l'igiene, anzi - prosegue Croce - addirittura arriveremmo all'obbligo di portare con sè una bottiglia di disinfettante, dopo che il cane ha fatto i propri bisogni. Siamo anche favorevoli a corsi ad hoc per i proprietari di cani di grossa taglia ma abbiamo paura che insieme a queste regole si mettano in moto altre regole poco virtuose» come, ad esempio «quella di far pagare il condominio anche al cane, come si è già verificato in Emilia Romagna. Il proprietario di un cane non è un cittadino di serie B, ha dei doveri ma anche dei diritti, come quello di utilizzare gli spazi comuni o l'ascensore». Dall'Aidaa via libera ai corsi ad hoc, soprattutto per chi ha cani di grossa taglia. Croce si definisce "assolutamente d'accordo, tanto che abbiamo realizzato un vademecum, in distribuzione sul nostro sito web, con l'indicazione di tutti i comportamenti da tenere per evitare gli incidenti domestici che coinvolgono migliaia di animali ogni anno. Lo scorso anno, secondo i dati Aidaa, sono stati circa 2.200 gli animali rimasti vittime di questi incidenti, in particolare ustioni e intossicazioni da cibo o da ingestione di sostanze tossiche.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information