Login

Chi è on.line

Abbiamo 949 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
48
Articoli
3301
Web Links
4
Visite agli articoli
10589218
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 12 Luglio 2020
 
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

images

All’amministrazione di  Parma è venuta l’idea di utilizzare una parte del budget per rafforzare l'impegno a sostegno del reddito attraverso una politica attiva del lavoro per le persone che

non hanno un lavoro.

Lavori temporanei per chi cerca un impiego e per chi da tempo, per colpa della crisi, ha perso la speranza di trovarne uno: il Comune di Parma ha deciso di offrire i lavori a tempo determinato per la manutenzione del verde e del decoro urbano contro il degrado in città. 

“Favorendo l’assunzione di lavoratori disoccupati, per un certo periodo e a tempo determinato, stiamo dando un nuovo schiaffo alla crisi” spiega il sindaco Federico Pizzarotti.

Pizzarotti 2
Il progetto, che partirà a settembre, prevede uno stanziamento di 200mila euro e permetterà l’occupazione temporanea di una decina di persone, in vista di un loro reinserimento lavorativo. I lavoratori saranno ingaggiati da cooperative sociali di tipo B (che puntano al reinserimento nel mercato del lavoro delle fasce deboli), che riceveranno in appalto le attività dai settori Lavori pubblici e Manutenzione del Comune con la clausola di assumere il 70 percento del personale dalle liste di disoccupazione del Centro per l’impiego. Dal verde pubblico nei parchi urbani ai lavori di ripristino e piccola manutenzione anti-degrado, fino agli spazi giochi delle aree verdi: questi i compiti previsti dai contratti a tempo determinato, stagionale e occasionale che offriranno un’opportunità di impiego, anche se a tempo parziale, a più persone, in linea con quanto previsto dal “Nuovo welfare di Parma come percorso di sviluppo di comunità”.

Come spiegano dal Comune, la misura rientra nella volontà dell’amministrazione “di rafforzare l’impegno a sostegno del reddito e di una politica attiva del lavoro rivolta alle persone più deboli in quanto in difficoltà per aver perso il posto di lavoro o per essere ad oggi inoccupate”. Si tratta di un primo passo che però “può contribuire a prevenire e contrastare la disoccupazione di lunga durata e il cronicizzarsi di condizioni di indigenza”, come spiega il sindaco Pizzarotti del M5S, che dopo avere illustrato anche su Facebook l’iniziativa, non risparmia un attacco verso i politici nazionali e quanto sta accadendo a Roma: “L’inaccettabile è che mentre i sindaci, quotidianamente, affrontano le loro responsabilità per concorrere al risanamento del Paese, e per salvare lo stato del welfare italiano, il Governo continua ad essere in balìa di un solo uomo, non prende decisioni e sin dalla sua nascita è in perenne stato di crisi. Se i partiti continueranno a pensare di più alla loro sopravvivenza e meno all’interesse generale, il Paese non può far altro che risentirne”.

Bene, speriamo che altri comuni copino l'iniziativa.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente Civitanova particolare referendum annunciato responsabile capogruppo dichiarato Comunicato possibilità associazioni all'interno dipendenti condizioni attraverso condannato amministrazione lavoratori manifestazione intervento commissione Alessandro pubblicato Redazionale democrazia maggioranza importante parlamentari ambientale presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information