Login

Chi è on.line

Abbiamo 563 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8866623
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 13 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ENRICO LETTA

Roma, 28 agosto 2013 - Oggi, al termine del Consiglio dei ministri, è arrivata la decisione sull'Imu. “L’Imu viene cancellata dalla prima casa, dai terreni agricoli e

dai fabbricati rurali: dal 2014 non ci sarà più l’Imu come l’abbiamo conosciuta fino a oggi. La riforma, come avevamo annunciato alla nascita di questo governo, porta al superamento dell’Imu”. Lo annuncia Enrico Letta, in conferenza stampa a palazzo Chigi, dove spiega: “Il primo gennaio 2014 nasce la service tax, si chiamerà Taser. L’imposta sarà riscossa dai Comuni ed è costituita da due componenti: gestione dei rifiuti urbani e copertura dei servizi indivisibili. Questa decisione sarà formalizzata nella legge di stabilità che presenteremo al Parlamento il 15 ottobre. Nel frattempo discuteremo la service tax con i comuni”.

La cancellazione della prima rata dell’Imu e il rifinanziamento della Cig avverrà ‘’senza nuove tasse’’, ha assicurate il premier. Le coperture sono indicate nel decreto approvato oggi dal consiglio dei ministri. “Questa operazione” sull’Imu “la facciamo senza modificare il saldo dei conti pubblici e dunque il messaggio che diamo a Bruxelles è che facciamo questa operazione rimanendo sotto il 3%” del rapporto deficit/pil. 
Abbiamo deciso di dare una risposta sull’urgenza della fine delle risorse allocate per la cassa integrazione. Abbiamo rifinanziato la cassa integrazione per mezzo miliardo di euro, che renderà possibile dare risposte nei prossimi mesi rispetto alla crisi industriale e sul lavoro”, ha continuato il premier. 
“Siamo andati a individuare, per quel che riguarda la questione degli esodati, la categoria più disagiata, quella dei licenziati individuali. Si tratta di 6.500 persone cui daremo oggi una risposta strutturale. Si sono fatti interventi su quelle categorie colpite particolarmente dalla crisi: parliamo della morosità incolpevole, di chi si è trovato in difficoltà a pagare il mutuo perché ha perso il lavoro, parliamo delle giovani coppie, dei precari. Tutti provvedimenti che sostengono le categorie disagiate sulla casa”. 
Nella futura Service Tax proporremo ‘’la deducibilità per le imprese’’ e per i locali funzionali all’attività di impresa e per i locali ‘’legati al no profit’’. Con la service tax che sostituirà l’Imu dal 1 gennaio 2014 ci sarà una “diminuzione del carico fiscale sulle famiglie italiane”, ha assicurato il premier. La riduzione della pressione fiscale “è da sempre obiettivo del governo: ridurre il carico fiscale ovviamente mantenendo gli impegni presi con Bruxelles”.
Il principio da cui si è partiti è che “la prima casa non produce reddito, ma un carico di servizi forniti dai Comuni e conseguentemente di spese per la collettività. Da qui è partita la riflessione per il superamento. Con la service tax si riconosce che la prima casa non produce reddito, ma ci sono una serie di servizi collettivi forniti dai Comuni che vanno pagati. E’ come nei condomini, dove si paga per gli spazi e i servizi comuni. Lo stesso vale per i Comuni. E’ un principio oggi chiaro, che introduce principi di equità trasparenza e responsabilità”.
“Abbiamo deciso di immettere nel sistema nuovi 10 miliardi di crediti che le imprese vantano nei confronti delle amministrazioni pubbliche. Verranno immessi subito nel sistema - ha continuato Letta - La riforma del’Imu e il cambiamento radicale di una tassa che ha riscontrato vari punti di inequità era necessaria: tutti i partiti, al loro interno, in modo più o meno marcato, avevano indicato una chiara necessità di superamento dell’Imu”.
ALFANO - ‘’Faccio fatica a nascondere la mia grande soddisfazione. I Tg e i giornali di domani porteranno nelle case degli italiani una bellissima notizia: gli italiani dovevano pagare una tassa e non la pagheranno’', ha detto il vicepremier Angelino Alfano in conferenza stampa. ‘’E’ un provvedimento fatto nel modo giusto, è tax free’’, ha aggiunto.
Con l’abolizione delll’Imu si è fatta “la scelta di realizzare un punto cardine del patto fondativo del governo, per noi ha il valore di una missione compiuta. Abbiamo cancellato l’Imu per il 2013 e i testi di diritto tributario non troveranno più scritta la parola Imu e arrivera’ la service tax”, ha aggiunto. 
LUPI - Il piano casa approvato dal cdm prevede interventi per 4,4 miliardi, 4 miliardi a carico della Cdp e 400 milioni di ‘’interventi sociali’’, con, tra le altre misure, un fondo specifico a favore dell’acquisto della prima casa per giovani coppie e lavoratori atipici sotto i 35 anni. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information