Login

Chi è on.line

Abbiamo 600 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8894846
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 19 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
...E annuncia un ricorso alla Corte di Strasburgo.
silvio berlusconi
Roma, 28 agosto 2013 - La questione del salvacondotto a Berlusconi, o come preferiscono definirlo nel Pdl la sua 'agibilità politica' continua a far discutere il Palazzo. Fari puntati su possibili decisione del Colle, ma anche sulla legge Severino, che qualcuno chiama Alfano-Severino.
LA DIFESA DEL CAV - Sono stati depositati presso la Giunta per le elezioni del Senato i pareri ‘pro veritate’ di giuristi e costituzionalisti per la difesa di Silvio Berlusconi. La mossa è in vista della riunione che dovrà decidere sulla decadenza del Cavaliere da senatore a seguito della condanna per la vicenda Mediaset. Le carte ancora non sono a disposizione dei componenti della Giunta, ma il fascicolo si compone di 6 pareri pro-veritate di giuristi e costituzionalisti, accompagnati da una lettera firmata dallo stesso Berlusconi.
"STOP LAVORI GIUNTA" - Affidare alla Consulta il compito di sciogliere i dubbi sulla costituzionalità della legge Severino e sospensione dei lavori della Giunta del Senato in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale. E' una delle richieste contenute nei 6 pareri.
LA LETTERA DI BERLUSCONI - L’annuncio di un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo e nessuna "ulteriore osservazione" in aggiunta ai sei pareri pro veritate depositati. E’ quanto si legge nella lettera inviata da Silvio Berlusconi alla Giunta per le immunità del Senato, in cui si fa riferimento a una serie di "principi" che sono stati "violati" e che vengono "ivi enunciati". Il Cavaliere osserva anche che "per il rispetto dovuto al delicato e complesso lavoro in corso di svolgimento", ritiene "allo stato di non esplicare alcuna ulteriore osservazione".
VIOLANTE E COPPI - Luciano Violante, giurista e dirigente Pd, torna a negare che la sua posizione su un eventuale ricorso alla Consulta sia un’apertura a Silvio Berlusconi, in merito alla decadenza da sentatore, ma è convinto che al Cavaliere vada garantito il “diritto di difendersi”. "Io rispetto la posizione di Epifani - dice a Repubblica - Ma bisogna decidere dopo avere ascoltato le difese”.
Posizione che manda in sollucchero l'avvocato di Berlusconi Franco Coppi: "Il parere di Violante è ineccepibile - dice ad Affaritaliani - La Giunta per le elezioni può sollevare la questione di legittimità della legge Severino davanti alla Corte Costituzionale. In questo caso la Corte potrebbe impiegare dei mesi ad emettere una sentenza”. Coppi si lascia andare a una previsione: “Il 9 settembre, quando si riunirà la Giunta, non sarà il giorno del giudizio”. La richiesta di grazia di Berlusconi? “Per il momento la domanda non è stata presentata...”.
IL GIURISTA BALDASSARRE - "L’incandidabilità non è un effetto penale, per cui vale il principio costituzionale della non retroattività. Non è un effetto di una condanna, ma un prodotto della legge in presenza di un fatto". puntualizza l’ex presidente della Consulta, Antonio Baldassarre al Sole 24 Ore.
Inoltre, per quanto riguarda la possibilità di ricorso alla Consulta, Baldassare fa notare che la Corte costituzionale ha definito giudice a quo "non solo un’autorità giudiziaria, ma qualsiasi soggetto che si trova ad applicare una norma di legge che tocca i diritti dei cittadini. Sono proprio le condizioni che ricorrono in questo caso: si giudica in modo non politico, l’assemblea non decide discrezionalmente, ma - sottolinea - discute dell’applicabilità di una legge. Tanto che se il Parlamento applicasse la norma con criteri politici, la magistratura potrebbe sollevare il conflitto di attribuzione".
LATORRE E FASSINO -  “Parlare di agibilità politica, salvacondotto, soluzione politica è un parlare alla luna. In uno stato di diritto le leggi non si piegano a seconda delle convenienze di questo o di quello”, dice il sindaco di Torino e presidente dell’Anci Piero Fassino a Radio Anch’io. “Se passa il principio - ha aggiunto - che una legge, una sentenza la si può disapplicare sulla base di ragionamenti di pura convenienza, di pura opportunità, salta qualsiasi principio di convivenza civile”.
"L’agibilità politica a Berlusconi non intende toglierla nessuno - aggiunge Latorre - Semplicemente questa agibilità non potrà essere consumata in Parlamento perchè c’è una norma indiscutibile che lo impedisce".
"Una norma rispetto alla quale non sono stati fatti rilievi di Costituzionalità nè quando è stata approvata nè successivamente. Non dimentichiamo che questa è una norma approvata con entusiasmo da tutte le forze politiche. Viene impropriamente chiamata legge Severino ma questa è la legge Alfano-Severino perchè fu Alfano a proporla".

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information