Login

Chi è on.line

Abbiamo 641 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8866770
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 13 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

autovelox2

Badia Polesine - In Consiglio scoppia il caso Box. L'assessore Stroppa svela i numeri delle contravvenzioni.

 

Nel 2008 verbali per 540mila euro, per il 2013 previsione da 260mila

Consuelo Angioni BADIA POLESINE - I velobox sono entrati in Consiglio comunale. Nel corso dell’ultima seduta dell’assemblea cittadina di Badia, si è accennato infatti anche ai cosiddetti “dissuasori di velocità” che sono stati installati in tre punti diversi di Badia già da alcune settimane, come annunciato a maggio dall’assessore ai lavori pubblici Giovanni Rossi. I tre velobox, scatolette arancioni con il segnale di limite di 50 chilometri orari e coperti di led che si illuminano durante le ore serali, hanno fatto scattare polemiche, oltre a qualche perplessità. A tirar fuori l’argomento è stato l’assessore all’urbanistica Gianni Stroppa durante il suo intervento sul bilancio di previsione, affermando: “A proposito anche dei rilevatori di velocità, circola su Facebook in questi giorni una mia valutazione datata 2008 sulla esosità dei parcheggi e il boom delle multe: dissi che non era corretto aumentare le entrate derivanti da violazione di Codice della strada perché servivano a fare cassa”. Quella valutazione fa riferimento a quando Stroppa non era consigliere, ma già rappresentante del Pd: “Parlavamo di entrate allora poste a bilancio che erano da 500milla a 543mila euro. Questo relativamente al 2008”. Nella newsletter inviata agli imprenditori, Stroppa ha tirato fuori le cifre esatte: “La scaletta è evidente: 454mila euro per il 2007, 355mila euro nel 2008, 539mila nel 2009 che risentivano dell’installazione dell’autovelox sulla Provinciale 1 a Crocetta, poi tolto perché le regole del Codice della strada erano cambiate. Per poi passare a 382mila nel 2010, 166mila nel 2011, 173mila nel 2012 e, oggi, i preventivati nel bilancio 2013 di 260mila euro”. Ha sottolineato Stroppa: “Non dobbiamo essere dei matematici fini per capire che 540mila euro nel 2008 sono molto maggiori dei 260mila che sono stati posti a bilancio e che neanche credo che riusciremo a introitare”. In sostanza, ha concluso, pur ammettendo la necessità di fornire qualche entrata in più al bilancio comunale, oltre che per aumentare la sicurezza, “per quanto riguarda le politiche sul Codice della strada siamo uno dei Comuni che non ha delle entrate altissime: meno, comunque, di tutti gli altri Comuni della nostra consistenza relativamente al rapporto pro capite degli abitanti”. E sulle perplessità sull’effettivo funzionamento dei velobox, a rispondere è il Comandante della Polizia locale, Piergiorgio Bressan: “I dissuasori vengono utilizzati a norma di legge. Sono semplici strumenti di controllo e deterrenti per chi, in quei tratti di strada, corre decisamente troppo”. E conclude eloquentemente: “Non c’è nulla da capire e altro da sapere su come funzionino: basta andare piano”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information