Login

Chi è on.line

Abbiamo 461 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8873679
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 15 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

CANDA ESENTITASSE E’ STATO SIGLATO UN ACCORDO CON I SINDACATI PER L’ADDIZIONALE IRPEF E LA TARES.Impegno ad accorpare i servizi con Bagnolo di Po, Castelguglielmo e San Bellino. E, in futuro, la fusione

.E’ stato siglato un accordo importante tra i sindacati e il Comune di Canda. Si è concordato infatti che il Comune manterrà per l’addizionale Irpef l’esenzione a 9mila euro annui e per il 2014 s’impegnerà a verificare, assieme ai sindacati dei pensionati, la possibilità di alzare le esenzioni per i lavoratori dipendenti e pensionati e per stabilire forme di progressività. Sulla Tares, atto molto importante, sarà applicata l’esenzione a famiglie monoreddito, in presenza di cassa integrati, di persone in mobilità, disoccupati e ai pensionati con pensione sociale. Verrà applicata la riduzione del 50% in base al reddito alle famiglie sotto i 12 mila euro Isee o alle famiglie con all’interno persone invalide pari o superiori al 75%. La giunta municipale l’ha approvato come atto di indirizzo, poi l’assessore Roberto Tomasini ed il sindaco Alessandro Berta hanno incontrato le rappresentanze sindacali rendendo esecutivo l’accordo. Nel documento congiunto si legge che le novità sono significative e che rispondono, intento del Comune e dei sindacati, ai bisogni reali ed urgenti dei cittadini. Sull’Imu i sindacati hanno espresso critiche aspre sulla decisione del Governo di abolirla per tutti “chi ha grandi patrimoni sarebbe giusto che pagasse”, affermano. Il Comune per il 2014 opererà per la tutela su base Isee dei redditi bassi. Quarto punto dell’accordo è quello relativo al patto antievasione. Canda attiverà il suddetto patto con l’agenzia delle entrate per disincentivare con maggiore efficacia gli evasori fiscali della propria comunità. La cosa che lascia perplessi, “è che non tutti i Comuni si sono resi disponibili all’accoglimento di questo patto”. Per quanto concerne la fusione dei Comuni Canda si è impegnata a realizzare l’accorpamento delle funzioni con Bagnolo di Po, Castelguglielmo e San Bellino e per il futuro si impegna ad operare per l’ipotesi di un Comune di 8 mila abitanti. Infine l’amministrazione comunale di Canda aderisce formalmente, con atto di giunta, al Manifesto unitario “per non rinunciare al buon invecchiamento nel Veneto” dei sindacati regionali Spi-Cgil Fnp-Cisl, Uilp-Uil e s’impegna sui servizi socio sanitari per le persone anziane e disabili, a potenziare la sanità territoriale e i progetti di prevenzione e promozione della salute.Manuela Tavian

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information