Login

Chi è on.line

Abbiamo 744 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8876381
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 15 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

caritas mignonCi sono oltre 4 milioni di persone in difficoltà in Italia, 8mila solo in Polesine - Al teatro Mignon il convegno dell’associazione che ha snocciolato i dati provinciali e nazionali.

 

Samantha Martello LENDINARA – Oltre 4 milioni di poveri in Italia, 8mila persone solo nella provincia di Rovigo che vertono in stato di povertà riconosciuta. Questi alcuni dei dati snocciolati sullo stato di povertà ad oggi, emersi dalla fotografia fatta nel convegno “Progetto di vita… Testimoniare la fede e la carità”, promosso venerdì sera al teatro Mignon, dalla Caritas parrocchiale di Santa Sofia di Lendinara. L’appuntamento, inseritosi nell’anno della fede che si concluderà il prossimo 24 novembre, ha visto intervenire alcuni rappresentanti delle realtà locali e nazionali che hanno il polso della situazione. La serata, moderata da Davide Girotto della Caritas diocesana di Adria-Rovigo, è stata aperta dai saluti del parroco di Santa Sofia don Vittorio De Stefani, che ha ringraziato gli organizzatori del convegno ed i relatori presenti. A salutare il pubblico in sala anche il sindaco Alessandro Ferlin. “Anche se le associazioni di volontariato stanno facendo molto, ci aspettano anni di incertezza e ci vorrà diverso tempo per tornare ad un livello accettabile”, ha evidenziato Ferlin, alle cui parole hanno fatto seguito quelle della presidente della Provincia Tiziana Virgili. “Più che mai oggi c’è bisogno di una carità che sia anche laica e che chiamerei solidarietà”, ha detto. “In provincia di Rovigo le persone che versano in stato di povertà riconosciuta sono 8mila, a questi si aggiungono tutte le situazioni di povertà latente”. Ad anticipare gli interventi dei diversi relatori, le parole del Vescovo Lucio Soravito De Franceschi che ha illustrato il rapporto che esiste tra fede e carità. Don Salvatore Ferdinandi della Caritas italiana ha evidenziato come esistano diversi tipi di povertà: quella materiale, la povertà relazionale, di senso e di valori, fino a povertà multidimensionali. “A questi tipi di povertà la Caritas si rivolge”, ha sottolineato Ferdinandi. “Nasce negli anni Settanta come organismo pastorale con prevalente funzione pedagogica, che si rivolge a poveri, chiesa e territorio”. “Il colore e l’odore della povertà sono uguali in tutte le parti del mondo”, ha esordito don Dino Pistolato della Caritas di Venezia, che ha all’attivo diverse esperienze in comunità di tossicodipendenti. “Questa crisi ci fa tirare una linea e ci dice di ripartire. Abbiamo esagerato, anche noi cristiani”. Livio Ferrari del Centro francescano di ascolto di Rovigo, nel suo intervento, ha richiamato l’attenzione sul ruolo che l’ente pubblico ha nei confronti di chi soffre. “Da molti anni lo Stato ha demandato ai soggetti privati di occuparsi di chi sta male, mentre anche il pubblico è chiamato a dare risposte. Cosa ce ne facciamo degli F35 quando non ci sono i soldi per le persone?”, ha stigmatizzato Ferrari, che ha aggiunto. “Dietro la crisi economica, c’è una crisi etica e culturale”. A chiudere il convegno, l’intervento dell’assessore regionale ai servizi sociali Remo Sernagiotto, che ha fatto il punto circa i fronti su cui questo assessorato è chiamato a dare risposte: dai giovani che lasciano l’Italia alla ricerca di lavoro a quelli che soffrono di ludopatia e di dipendenze, dagli anziani che soffrono di solitudine a quelli che vengono sistemati nelle case di riposo per anni e anni, fino ad arrivare alle diverse povertà che vive oggi la società come quella estrema, quella temporanea e la povertà che viene vissuta dalle famiglie numerose o monoparentali.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information