Login

Chi è on.line

Abbiamo 827 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8876710
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 15 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 100% (1 Vote)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

lendinara1

Lorenzo Valentini e Silvia Tagliapietra dei comitati cittadini accusano gli amministratori di aver sminuito la pericolosità degli impianti a biomasse.

(da RovigoOggi del 13 luglio 2013)

Lorenzo Valentini e Silvia Tagliapietra dei comitati cittadini di Lendinara senza mezzi termini accusano gli amministratori di Lendinara di difendere la tecnologia benché possa essere pericolosa della salute. Il tema è di nuovo quello degli impianti a biomasse di Lendinara: per i cittadini sono pericolosi ed inquinano. Tagliapietra e Valentini definiscono gli amministratori che li difendono dei “tuttologi”.

alessandro-ferlin-4048-1Il voler fare i tuttologi senza porsi alcun limite introspettivo, pare sia uno degli errori, al limite del vizio, più in voga in capo a politici i cui risultati amministrativi in particolare, laddove ricoprano questa veste, sono sotto gli occhi di tutti per quanto risultino microscopicamente fallaci, proprio in forza di quel culto dell’ego che alberga in chi si atteggi a tuttologo senza averne alla fin fine le capacità. Così a volte si assistono a grottesche, al limite del patetico, affermazioni da parte di soggetti che non si sa bene cos’abbiano saputo fare nella vita ma che, presi dal fuoco sacro della tuttologia, si esibiscono in giudizi sulle più disparate materie ostentando delle performances da gran varietà, salvo il rimediare commiserevoli osservazioni da parte della gente che scuotendo il capo si domanda da quale astronave costoro siano sbarcati! Fatta salva la buonafede, il diritto di replica ed il diritto di fare pubblica ammenda da parte di quelli che, loro malgrado, non siano riusciti a contenere gli impulsi di cui sopra, si riscontra una certa attinenza comportamentale anche nel nostro territorio dove sono state tacciate a vario titolo, più o meno velatamente di superficialità, al limite del procurato allarme, le legittime iniziative di quella gran parte dei cittadini i quali, fuori dai giochi politici, sono preoccupati soltanto della salute propria e di quella dei loro figli, minata ad esempio dalla “scientifica” programmazione di centrali “ecologiche” che i politici maggiorenti di casa a Lendinara ritengono siano un imperdibile affare per la città, senza pericolo alcuno per i cittadini. Peccato che a pensarla così siano soltanto loro ed un plotone di fedelissimi cui ci vien spontaneo pensare sia esteso ed abbia radicato il sacro lume della tuttologia. Peccato inoltre che costoro non si rendano conto che sostenere certe tesi funeste che fanno delle tecnologie proposte qualcosa di innocuo, pur senza esserlo, infischiandosene inoltre delle preoccupazioni della gente nonché di illustri pareri negativi formulati da esperti di calibro mondiale, possa offrire loro soltanto percorsi i cui esiti saranno decisi da altre autorità titolate a giudicare. Forse questi politici assurti al rango di tuttologi hanno delle competenze specifiche in materia, suggellate da lauree e specializzazioni universitarie, forse non si rendono conto che le regole della democrazia condivisa non prevedono interpretazioni “ad personam” delle leggi dello Stato, forse non sanno che la “vox populi” vale più di un traballante scranno e forse infine non sanno che la gente ne ha le tasche piene di atteggiamenti spocchiosi, di chiacchiere da bar e di beceri addebiti ad altri delle proprie cecità. La storia, anche recente, è piena di colpi di scena clamorosi, di sentenze pesanti in capo a furbetti di turno, siano essi privati cittadini piuttosto che pubblici amministratori. “Ai posteri l’ardua sentenza” concludeva il buon Manzoni nel suo discorrere d’un tal Napoleone Bonaparte, il quale da imperatore si trovò in esilio a Sant’Elena. E’ toccato ad un grande della storia, figuriamoci ai piccoli attori d’oggi sui quali, spente le luci della ribalta, caleranno buio e silenzio e di loro resterà solo per poco e per pochi un triste e polveroso silenzio.

E mail inviata da Lorenzo Valentini Silvia Tagliapietra per i comitati cittadini di Lendinara

13 luglio 2013

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information