Login

Chi è on.line

Abbiamo 712 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8889100
LOGIN/REGISTRATI
Lunedì, 18 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

espianto organi matteo bisiLENDINARA TANTI I MESSAGGI SU FACEBOOK. IL DOLORE DI ROBERTO, LO ZIO ASSESSORE.La famiglia ha autorizzato l’espianto di cornee e valvole cardiache: era la volontà del giovane.La famiglia di Matteo Bisi, il 25enne autista della Translusia che ha perso la vita sabato in un incidente stradale a Lendinara, ha deciso di dare l’ok alla donazione delle valvole cardiache e delle cornee.

Un gesto di generosità che, il giorno dopo l’incidente, si accompagna al silenzio e al dolore. La vita del giovane papà lendinarese si è infatti infranta, sabato poco dopo le 18, in sella alla sua nuova Kawasaki Ninja 636 che, solo poche ore prima della tragedia, aveva ritirato dal concessionario. In via Marchefave, il tragico incidente in prossimità di un dosso e la vita di Matteo si è spezzata contro un muretto e un pilastro di una recinzione a bordo strada. Il cugino Igor Carboni, che lo aveva appena salutato, è intervenuto prestando i primi soccorsi, ma gli operatori del 118 arrivati sul posto non hanno potuto che constatare il decesso del ragazzo, che lascia una bimba di quasi 5 anni, il papà Remo per anni presidente del Circolo Furia Aics di Lendinara, la madre Anna Maria Furini e il fratello Morgan. Lo zio è Roberto Bisi, assessore del comune di Lendinara. Un lutto, quello del giovane Matteo, che ha colpito profondamente la sua famiglia e i suoi amici, stretti nel dolore. In tanti hanno lasciato un messaggio sulla sua bacheca Facebook con parole piene di dispiacere, che rimbalzano tra la piazza virtuale del social network e quella reale del centro lendinarese. La vita di Matteo si è spenta, dunque, in sella alle due ruote, la sua grande passione, come racconta lo zio Roberto Bisi. “Amava la moto, già ne aveva posseduta una prima di quella che aveva ritirato solo poche ore prima dell’incidente. Forse l’inesperienza per una moto di questo tipo oppure una distrazione l’hanno tradito”, commenta lo zio. Per ora la salma del giovane rimane a disposizione del magistrato e da oggi si potrà sapere quando verrà messa a disposizione dei familiari per procedere al funerale. Nel frattempo la famiglia, accogliendo quello che era il desiderio del giovane che è risultato essere donatore di organi, ha dato l’autorizzazione alla donazione delle cornee e delle valvole cardiache.Samantha Martello

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information