Login

Chi è on.line

Abbiamo 901 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8866007
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 13 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

presidenteproloco

REDAZIONALE - La Fiera di Lendinara finisce con il botto! Anzi meglio dire senza botto! Visto che, come conclusione della peggiore fiera a memoria d’uomo, non ci sono neppure i fuochi d’artificio!

Una fiera all'insegna del risparmio, e allo stesso tempo dello spreco, che ha semplicemente scontentato tutti!
In queste giornate di Fiera ho sentito e parlato con molti Lendinaresi, membri e utenti di questa triste edizione, e la frase che tutti dicono è: “Si poteva fare di più!”.

Come al solito ci sarà chi minimizzerà dicendo: “ E’ la solita opposizione denigrante”, chi invece dirà: ”Sono tutti bravi da fuori!” ecc.. La verità è che le capacità di un gruppo si vede quando da il meglio di se, e per una amministrazione locale dovrebbe essere la fiera…

Ma tornando alle critiche di sicuro la cosa peggio riuscita e più volte nominata da questo giornale è il Mercante in Fiera, che dovrebbe essere la vetrina delle attività di Lendinara, invece è divenuta il fantasma dell’imprenditorie locale!

Parlando con gli amici imprenditori, c’è chi si lamenta del prezzo di accesso perché troppo alto, chi invece critica il fatto che ci sia un prezzo visto l’accesso praticamente nullo, chi dice di aver pagato la metà perché ha confermato all’ultimo giorno, chi si è arrabbiato perché ha saputo delle differenze di prezzo, ma la cosa che unifica tutti gli steand è un risultato praticamente nullo, tempo e soldi buttati via! Insomma la conferma di quello che noi del Polesineonline abbiamo detto con un mese di anticipo!

Poi le manifestazioni in piazza sono state mediamente insufficienti, lo dimostra l’afflusso praticamente inesistente, che ha scoraggiato i molti artisti esordienti che non vedendo seguito l’anno prossimo o non frequenteranno o semplicemente non daranno contributo alla fiera.

Concludo esaltando il lavoro della Proloco, che ha fatto una bellissima festa in pescheria molto simile alla festa dei sapori di Rovigo fatta la scorsa settimana. Lavoro sicuramente eccellente che ha riscontrato un grosso successo sulla cittadinanza; l’unica contestazione che personalmente mi sento di dire è che andava fatta non dalla fiera, ma in una circostanza diversa. Infatti fare ad esempio la distribuzione del riso a 3 euro (non mi sembra di aver visto scontrini) durate l’unico periodo dove Bar, Ristoranti, Pizzerie posso usufruire dell’accesso di numerose utenze a Lendinara proprio per la fiera, significa fare una concorrenza che svuota le attività Lendinaresi che sono quelle che con donazioni, tasse, oneri straordinari ecc.. finanziano la fiera stessa oltre che ingrossare il bilancio comunale Lendinarese.

La mia visione è che la fiera di Lendinara deve essere dei Lendinaresi, solo la comunione tra attività e Proloco può far cambiare la situazione attuale di Lendinara. Non a caso oggi nonostante sia il giorno 8 Settembre la fiera fino alle 12:00 era un deserto poco frequentato, conclusione di una serie di eventi poco interessanti. Mi domando quando i Lendinaresi finalmente contesteranno una situazione di degrado della città che la sta trasformando in un area che non accoglie più gli interessi dei non residenti, evento che si è accentuato proprio in questa fiera. Passeggiando per la fiera ho notato decine di case in vendita o in affitto, diverse decine di negozi sfitti, un centro commerciale che ormai è vuoto e soprattutto chi mantiene la serranda aperta lo fa per inerzia o perché non ha alternativa!

La domanda da porci è se questa è la Lendinara che noi Lendinaresi vogliamo? Io non credo! Ma soprattutto è davvero questa la migliore Lendinara che possiamo proporre a chi con curiosità è venuto oggi ed è andato via deluso?

Ancora una volta ci sarà chi sminuisce con le affermazioni solite ossia: “Ma è la crisi…”, “Ma non ci sono soldi!”, “La gente non esce”, “Cosa vuoi che facciamo?” ecc...

A tutte queste affermazioni rispondo con un mio pensiero: “ Dove c’è stata la voglia di cambiamento si vede… e vicino a noi ci sono città vive anche più piccole di Lendinara, con bilanci meno esosi, ma dove lo spirito di collettività e di cambiamento ha superato ogni difficoltà apparente… Dobbiamo decidere se vogliamo ritornare ad essere un centro di riferimento per il Polesine o un dormitorio dimenticato da tutti…”

Mattia Migliorini – Redazione Polesineonline

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information