Login

Chi è on.line

Abbiamo 641 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8910312
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 21 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ippovie

CONSIGLIO COMUNALE - Approvato all’unanimità il protocollo della Provincia per la creazione delle ippovie in Polesine.

 

La sinistra Po è un territorio su cui realizzare “l’ippovia transeridana”, che diverrebbe la tratta veneta conclusiva della principale arteria ippoviaria del nord Italia. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa proposto dalla Provincia di Rovigo a 20 comuni e il consiglio comunale di Occhiobello lo ha approvato all’unanimità martedì 10 settembre. Il progetto prevede la realizzazione di un lungo itinerario in ambiente fluviale, sostenuto da servizi e attrezzature come attracchi, approdi, ma anche borghi, aziende, corti.

Un protocollo d’intesa, proposto dalla Provincia e finalizzato alla creazione di una rete di ippovie. Il consiglio comunale di Occhiobello, martedì 10 settembre, ha votato all’unanimità il documento che coinvolge venti comuni da Melara fino alla foce del fiume per un lungo itinerario in ambiente fluviale, sostenuto da servizi e attrezzature come attracchi, approdi, ma anche borghi, aziende, corti. Si tratterà, quindi, di agevolare lo sviluppo sostenibile attraverso la fruizione delle sommità arginali, la mobilità lenta e, in particolare, il turismo equestre tracciando percorsi lungo la sponda del fiume.

La sinistra Po è stata individuata come territorio su cui realizzare “l’ippovia transeridana”, che diverrebbe la tratta veneta conclusiva della principale arteria ippoviaria del nord Italia, la “gronda fluviale dell’arco alpino”. Il protocollo d’intesa stabilisce che la Provincia coordini l’attività turistica equestre che sarà gestita da aziende agricole e strutture ricettive abilitate a tale disciplina. La Provincia, inoltre, assieme all’Ente parco e al Consvipo, si impegna a ricercare risorse per attrezzare e segnalare i percorsi, mentre ai comuni spetterà assicurare la transitabilità nei territori.

Unanimità in consiglio anche per il mercato agricolo del giovedì mattina al policentro Aquila che, iniziato in forma sperimentale, è stato regolamentato. Dodici postazioni, di cui dieci riservate alle associazioni di categoria firmatarie di una convenzione con il comune e due per singoli imprenditori agricoli.
Al mercato potranno essere presenti esclusivamente prodotti di aziende provenienti dalle province di Bologna, Ferrara, Mantova, Padova, Rovigo, Venezia e Verona. L’obiettivo è la promozione delle produzioni tipiche del Polesine e delle terre confinanti, ma potranno anche essere organizzate attività culturali, didattiche e dimostrative legate ai prodotti alimentari tradizionali ed artigianali.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information