1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

baraPensionato si separa e comincia a perseguitarla.

I carabinieri scoprono il feretro Il "finché morte non ci separi", lo aveva preso sul serio. Molto sul serio. Tanto da costruire per la sua metà una bara. La teneva in garage, lontano dagli occhi dei curiosi e da quei sentimenti che ormai sono svaniti dal suo matrimonio. Un legame che si è sfaldato, ma a cui lui non ha mai rinunciato tanto da spingerlo, secondo i carabinieri della compagnia di Adria a perseguitare la consorte da cui si sta separando. E l’altra mattina, proprio ad Adria, l’ha prima tamponata con l’auto e poi minacciata davanti ai carabinieri. Quest’ultimo episodio, unito alle passate denunce della donna, hanno fatto scattare subito le manette. Rino Barbierato, 67 anni di Cavarzere, pensionato, è stato arrestato e dovrà aspettare in carcere il processo per stalking, fissato per lunedì 18. Il gip Carlo Negri ha infatti convalidato l’arresto, ma non si è trovato l’accordo per patteggiare. Stando a una prima ricstruzione della vicenda dei militari della compagnia di Adria, Barbierato ha alle spalle diverse segnalazioni ai militari di Cavarzere, dove abita, proprio per atti persecutori e maltrattamenti nei confronti della ex. Una moglie con la quale il rapporto si è rotto circa quattro anni fa ed è in corso la separazione al tribunale civile di Venezia. La donna, per sua tutela, ha dovuto lasciare Cavarzere, trasferendosi così ad Adria. E proprio nella cittadina sul Canalbianco, venerdì è avvenuto l’incredibile. Secondo la ricostruzione dell’Arma, dopo aver pedinato la ex, l’ha tamponata con violenza, con l’auto, per bloccarla. La donna fortunatamente è uscita illesa dallo schianto e ha cercato riparo in un bar del centro di Adria, dove ha chiamato il 112. Una pattuglia del nucleo radiomobile ha rintracciato dopo pochi minuti il marito che, anche in caserma, avrebbe continuato a minacciare la donna. Il quadro ricostruito dai carabinieri racconta di diversi maltrattamenti psicologici e fisici ai danni della signora nati dopo la fine della relazione. E che hanno spinto la donna ad affidarsi ai carabinieri solo di recente, innescando una reazione ancor più aspra da parte dell’ex. Una volta, infatti, le aveva detto:"Sarò la tua ombra". E così è stato, tanto che la donna, ultimamente, si faceva accompagnare negli spostamenti da un’amica. Nelle scorse settimane, i carabinieri avevano anche passato al setaccio l’abitazione dell’uomo, trovando quella bara artigianale in garage. Il 18 l’uomo verrà giudicato per l’episodio di venerdì, dopo che il giudice ha respinto la richiesta di patteggiamento. Su tutti gli altri episodi, proseguono invece le indagini della procura. La donna, assistita dall’avvocato Sandra Passadore, scortata dai carabinieri, si è costituita parte civile e ha chiesto una provvisionale di 40mila euro.

 

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information