Login

Chi è on.line

Abbiamo 315 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
50
Articoli
3362
Web Links
4
Visite agli articoli
12821587
LOGIN/REGISTRATI
Sabato, 16 Ottobre 2021
 

PROGETTO CULTURA DIFFUSA

banner cultura

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

OSPEDALE DI ADRIATRIBUNALE 58ENNE RINVIATO A GIUDIZIO PER LESIONI. PER LA DIFESA NON CI FU ALCUN DANNO.Avrebbe sparso la sostanza dicendo: “Sarai come un pollo arrosto”.Sale grosso cosparso sul fondoschiena dell’anziano ricoverato in ospedale.

E poi la frase, agghiacciante se dimostrata essere vera: “Ti metto un po’ di sale così avrai una crosta come un pollo arrosto”. Per questo ieri U. C., infermiere di 58anni è stato rinviato a giudizio, e dovrà rispondere di lesioni al processo che scatterà il prossimo 20 maggio. Secondo la tesi dell’accusa I fatti si sarebbero svolti nel giugno del 2012. In quel periodo da circa un mese un anziano di 78anni, originario di Cavarzere, è ricoverato all’ospedale di Adria. A un certo punto un infermiere entra nella camera dove l’anziano è ricoverato, e, secondo la tesi accusatoria, inizia a cospargere il fondoschiena dell’uomo con del sale grosso, lo infila tra la pelle e il pannolone. Avrebbe anche pronunciato la frase “Ti metto un pò di sale così avrai una crosta come un pollo arrosto”. Almeno queste sono le parole che due parenti in visita ad un altro anziano ricoverato nella stessa camera ritengono di aver udito. Un paio di giorni dopo l’anziano racconta la vicenda al figlio. L’uomo ha aspettato 48 ore perché, sostiene la difesa, che ha già deciso di intentare causa civile nei confronti dell’infermiere e dell’azienda sanitaria Ulss 19, prima si sentiva umiliato psicologicamente dalla cattiveria subita. Inoltre, sempre secondo la difesa, sulla pella coperta di sale sono anche comparse micosi, arrossamento e lesioni. Il figlio rimane costernato dal racconto ascoltato e decide di non rimanere immobile. Recupera anche il racconto di un’addetta alle pulizie della camera di ospedale che riferisce di aver trovato tracce di sale sulle lenzuola del letto del padre, proprio qualche ora dopo il momento in cui si sarebbe verificato il fatto. Ecco allora che la vicenda viene riportata alla direzione dell’Ulss 19 di Adria. L’infermiere pare che si sia giustificato dicendo di essersi sbagliato e che credeva di aver utilizzato borotalco. Nei suoi confronti viene adottato anche un provvedimento disciplinare. Ma la famiglia dell’anziano, poi deceduto ma non per motivi legati al sale, non si ferma. Decide di iniziare una causa civile e si rivolge alla procura. L’indagine della magistratura scatta e culmina con il rinvio a giudizio nell’udienza preliminare di ieri. L’avvocato difensore dell’infermiere, Francesca Martinolli sostiene che non ci fu alcun reato, che l’utilizzo e la presenza del sale non risulta da alcuna documentazione medica dell’ospedale di Adria. Sarà il dibattimento a fare chiarezza sulla vicenda.Alberto Garbellini

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Civitanova annunciato responsabilità soprattutto capogruppo particolare dichiarato responsabile associazioni possibilità all'interno Comunicato referendum dipendenti amministrazione condizioni condannato manifestazione attraverso lavoratori pubblicato intervento Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza importante Napolitano ambientale presentato situazione parlamentari QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information