1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

ComuneAdria

L’architetto Tombolan ha offerto una fotografia della situazione realistica, ma impietosa.

(Luigi Ingegneri) - Molto realistica e a tratti impietosa la fotografia di Adria e del territorio comunale fatta dal Piergiorgio Tombolan, architetto e docente universitario incaricato di redigere il Pat, il pianto di assetto territoriale. Realismo in quanto ha messo davanti agli occhi di tutti la situazione della città come è nella sua concretezza ed infatti nessuno ha avanzato obiezioni. Così è apparsa un’immagine per molti aspetti impietosa perché è parso chiaro a tutti che la città etrusca ha enormi potenzialità che non sfrutta, di conseguenza è avviata sulla strada di un lento e inesorabile declino avviato da tempo ma al momento non si vedono segnali forti per cambiare rotta. Un esempio su tutti: Adria è legata a Venezia con una linea ferroviaria, un’infrastruttura preziosissima e da molti invidiata che può aprire alla città collegamenti internazionali impensabili, tuttavia osservando la situazione attuale della ferrovia se ne ricava una condizione da terzo mondo. Tombolan è intervenuto l’altra sera in Consiglio comunale per presentare il documento preliminare alla formazione del Pat con l’allegato rapporto ambientale. Inoltre Francesco Svetti ha presentato il Vas, ossia valutazione ambientale sostenibile, il documento che verifica lo stato di attuazione o meno degli obiettivi contenuti nel Pat e il suo relatore svolge la parte che in un esame di laurea è chiamato contro-relatore alla tesi. Nel civico consesso erano presenti anche Longo, Voltan e Baratto che insieme agli uffici comunali hanno lavorato nell’ultimo anno per arrivare a questo documento preliminare. Dopo il passaggio in Consiglio, ieri è stata la volta della presentazione, in successivi incontri, agli enti pubblici, istituzioni e gestori di servizi pubblici; quindi le associazioni di categoria, quelle agricole e ambientaliste. Altri tre appuntamenti sono in programma oggi: alle 9 con i professionisti; alle 12 con associazioni varie, culturali, sportive e ricreative; alle 18 con la cittadinanza, le associazioni dei quartieri e delle frazioni; tutti gli incontri si svolgono in municipio in sala consiliare. Un autentico tour de force che nei giorni scorsi ha sollevato le perplessità di qualche gruppo politico. Critiche alle quali, sia pure indirettamente e con molto garbo, ha risposto lo stesso Tombolan rilevando che “il tutto non si esaurisce con gli incontri ma che c’è tempo almeno un mese per presentare eventuali osservazioni o chiedere ulteriori approfondimenti”. Il Pat, quindi, “manderà in pensione il piano regolatore generale, tuttavia - ha ammonito il docente - non è solo un cambio di nome, ma di mentalità: il Prg si basava sul concetto di che cosa c’è da fare, il Pat parte dal presupposto di capire e definire dove si vuole arrivare”. L’altro punto qualificante del Pat è la concezione di sviluppo sostenibile. E qui l’architetto, rimuovendo qualsiasi ombra di posizione ideologica, ha fatto un esempio molto efficace. “Nelle periferie di recente edificazione - ha osservato - non andiamo a passeggiare: domandiamoci perché. Un buon Pat deve eliminare tale incongruenza”.

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information