Login

Chi è on.line

Abbiamo 601 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8911308
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 21 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

virus nilo

Questa sera disinfestazione dell'Ulss 19 in tutto il Comune Migliorano intanto le condizioni dell'anziano ricoverato.

(fonte: Il Gazzettino del Nordest del 13 agosto 2013) - L’Ulss 19 scopre il virus della febbre del Nilo anche in Basso Polesine.

Nessun caso di contagio o di persone ammalatesi e ricoverati, per fortuna, ma i campionamenti di zanzare effettuati sul territorio hanno dato purtroppo un esito positivo, a Papozze. Dopo il caso dei giorni scorsi di un settantenne di Giacciano con Baruchella ricoverato in Rianimazione, ma che sta reagendo e migliorando, l’attenzione è tornata a essere elevata e per questo saranno attivate immediatamente tutte le contromisure. Per questo motivo questa sera, dalle 22 a mezzanotte, verrà effettuata una disinfestazione antizanzara nei centri abitati del comune di Papozze. Il Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 19 di Adria è a disposizione per chiarimenti e informazioni. Il virus West Nile, presente nella Pianura padana dal 2008, può provocare una malattia infettiva acuta trasmessa dalla puntura di zanzare infette del genere Culex, che pungono prevalentemente dall’imbrunire, durante la notte e all’alba. Questo genere di zanzara è largamente diffuso in tutto il territorio regionale. Il Polesine l’ha dovuto scoprire suo malgrado nel 2009, quando un’anziana di Ficarolo, Zilda Zerbini, già indebolita da altre patologie, venne contagiata e la malattia le fu fatale. Il virus ha come serbatoio alcuni tipi di uccelli, passeriformi e corvidi. I mammiferi, tra i quali il cavallo e l’uomo, sono ospiti occasionali e non trasmettono la malattia. La malattia si manifesta dopo un periodo di incubazione che va dai tre ai quindici giorni dalla puntura della zanzara infetta. Nella maggior parte dei casi l’infezione è asintomatica, in altri si manifesta con sintomi simili all’influenza. La forma grave, piuttosto rara, è caratterizzata da compromissione del sistema nervoso centrale e si manifesta come encefalite, meningite o meningo-encefalite. La prevenzione consiste soprattutto nel ridurre l’esposizione alle punture di zanzare.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information