1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

POLESINE CAMERINIIl ministro dell'Ambiente stoppa il carbone. Con un parere interlocutorio negativo da parte della Commissione via nazionale, che sta esaminando per l'ennesima volta i documenti prodotti da Enel, che vorrebbe alimentare con combustibile fossile la centrale di Polesine Camerini.

Una notizia riservatissima, trapelata nella giornata di ieri che il Gazzettino è in grado di anticipare. E che, senza dubbio, equivarrà a un terremoto in provincia di Rovigo. Dove, da anni, il mondo economico e sindacale guarda con trepidazione a questo progetto, parlando di indotto e posti di lavoro. Il percorso della riconversione, tuttavia, non è stato certo lineare, o agevole. La prima richiesta di Valutazione di impatto ambientale, infatti, risale addirittura al 31 maggio del 2005. Non proprio dieci anni fa, ma quasi. Il ministero, a luglio 2006, aveva chiesto a Enel integrazioni, per poi pronunciare già una volta un parere interlocutorio negativo. Spiegando che il progetto cozzava in maniera irrimediabile con la legge che istituisce il parco del Delta. E che prevede, all'interno di questo, che eventuali attività produttive siano alimentate a metano, o con combustibile a pari o minore impatto ambientale. Il «no», comunque, non è assoluto: se Enel soddisfacesse alcune richieste, gli spiragli potrebbero esserci. Ma l'azienda energetica nazionale, di fronte a questo ennesimo problema, avrà ancora voglia di mettere mano a un progetto il cui travaglio dura ormai da 10 anni?di Lorenzo Zoli

 

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information