Login

Chi è on.line

Abbiamo 763 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8899918
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 20 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

incendio palazzinaIN VIA ARGINE PO SUL POSTO VIGILI DEL FUOCO E CARABINIERI PER SPEGNERE IL ROGO. EVACUATI QUATTRO APPARTAMENTI. 83enne arrestato e poi rilasciato per aver appiccato il fuoco alle immondizie nel suo garage.

Voleva bruciare i rifiuti all’interno del proprio garage. Ma le fiamme gli sono sfuggite di mano, provocando un incendio che ha distrutto il garage e danneggiato la palazzina che ospita 4 appartamenti. Evacuate le famiglie che abitano gli appartamenti dell’immobile. Per questo i carabinieri della stazione di Porto Viro hanno arrestato in flagranza A. B., 83enne, poi rilasciato. A finire nei guai, quindi, il pensionato residente in via Argine Po a Porto Viro, che già in passato si era beccato le lamentela dei suoi stessi coinquilini per aver bruciato rifiuti nel camino del garage. Per domare l’incendio ieri i vigili del fuoco di Adria hanno impiegato alcune ore, e i postumi del rogo sono ancora ben evidenti sulla parete della palazzina, evacuata e dichiarata inagibile. Tutto inizia nella tarda mattinata di ieri quando l’83enne A. B., decide di bruciare l’immondizia all’interno del proprio garage. Altre volte in passato aveva ammassato rifiuti domestici nel camino per poi incenerirli. In pochi minuti però le fiamme sfuggono al controllo dell’anziano, aggrediscono e distruggono l’auto parcheggiata nel garage, sviluppano un fumo nero e acre che avvolge l’intero garage e la palazzina. Anche perché lo stesso 83enne nel tentativo di spegnere il fuoco getta acqua nel camino, col risultato di alimentare ancor più rogo e fumo. Viene lanciato l’allarme, sul posto piombano i vigili del fuoco di Adria che impiegano alcune ore per spegnere il rogo. La palazzina viene evacuata, e solo per una fortunata coincidenza non si sono registrati feriti o intossicati dall’aria diventata irrespirabile. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Adria che hanno arrestato l’83enne in flagranza di reato. La legge vieta infatti di bruciare rifiuti domestici in casa o nelle pertinenze. L’uomo poi è stato rimesso in libertà in quanto superiore ai 75 anni di età. La convalida dell’arresto sarà poi chiesta nei prossimi giorni al gip di Rovigo. Le quattro famiglie che hanno evacuato la palazzina hanno trovato ospitalità da parenti o amici.Alberto Garbellini

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information