Login

Chi è on.line

Abbiamo 988 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3278
Web Links
4
Visite agli articoli
9052836
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 11 Dicembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

terza a

Istruzione - Dal de Amicis al Bernini in una classe troppo stretta per 29 alunni e loro protestano.
I ragazzi: “Abbiamo poco più di un metro quadro a testa”. Anche venti docenti li sostengono
(Sara Dainese ROVIGO) - “Stretti e stanchi”. E’ questo il motto che hanno scelto

i ragazzi dell terza A dell’istituto De Amicis di Rovigo per portare alle autorità competenti le loro rimostranze. “Per questioni logistiche - racconta Francesco Ranzolin uno dei portavoce della classe - come altre classi del nostro istituto la nostra classe è stata assegnata nell’edificio dell’istituto per geometri Bernini. Solo che noi siamo in 29 e l’aula è da 16”. Sulla questione c’è stato anche un incontro tra le dirigenti scolastiche dei due istituti e l’assessore provinciale Leonardo Raito durante il quale non si è riusciti a trovare una soluzione. “Abbiamo visto - racconta Sara Rondina, della terza A - che gli incontri e le nostre lamentele non sono servite a niente così abbiamo deciso di scioperare”. Ma non evitando semplicemente di andare a scuola, bensì di preparare uno striscione ed una lettera da consegnare a tutte le parti coinvolte, partendo dal bernini per poi arrivare al De Amicis, fino al Comune, dove il sindaco Piva li ha ricevuti pur non potendo fare nulla. I ragazzi sono poi arrivati a Palazzo Celio dove sono stati ricevuti dall’assessore Laura Negri, alla quale hanno consegnato la lettera ed esposto le loro rimostranze ed i loro timori in merito alla sicurezza dell’aula: “Abbiamo fatto il calcolo - hanno detto i ragazzi all’assessore - e l’aula misura 49 metri quadrati. Visto che siamo il 29 significa avere poco più di un metro quadrato a testa”. “Riferirò quello che mi avete raccontato - ha detto ai ragazzi - all’assessore Raito e vi farò contattare. Per ora non posso che farvi un grosso in bocca al lupo”. “Mi dispiace - dice la reggente dell’ufficio scolastico Rita Marcomini - ma voglio rassicurare tutti che le aule sono a norma. La volontà di trovare un’altra soluzione c’è, ma non ci siamo riusciti ed ora, ad anno iniziato, il problema non può essere risolto”. Il problema, come ha spiegato Marcomini è sorto all’inizio di settembre dopo gli esami per il recupero dei crediti: “C’è stato un numero maggiore di iscrizioni e ci si è trovati nella condizione di dover creare una classe in più”. La “lotta” degli alunni della terza A trova il sostegno anche di venti docenti del De Amicis che con una lettera chiedono all’assessore Raito, alle dirigenti e all’ufficio territoriale scolastico di assegnare al De Amicis il secondo piano del Bernini dato che le classi di ragionieri “ospiti” nell’istituto sono 7 per un totale di circa 185 alunni. “La situazione è insostenibile - scrivono i docenti - Si costituisca un tavolo tecnico e si riesamini la situazione per trovare la situazione migliore”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente interventi Civitanova referendum annunciato responsabile capogruppo dichiarato Comunicato possibilità associazioni dipendenti all'interno lavoratori attraverso amministrazione condizioni condannato manifestazione intervento commissione pubblicato Alessandro democrazia Redazionale maggioranza importante ambientale parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information