Login

Chi è on.line

Abbiamo 610 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8870015
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 14 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

carabinieriincidenteDopo tre giorni di agonia. La donna guidava una 500 che si è scontrata con una 'gazzella' dei militari.

NON CE L’HA FATTA Giuliana Trevisan, l’anziana ricoverata da due giorni in rianimazione all’ospedale di Rovigo in seguito a un violento schianto contro un auto dei carabinieri.La donna, residente a Boara Polesine, di 74 anni, è deceduta dopo due giorni di agonia senza segnali di ripresa. I famigliari hanno acconsentito all’espianto degli organi, autorizzati dalla Pm Sabrina Duò. La donna era in perfetta salute e mai nessuno si sarebbe immaginato potesse succedere una simile tragedia. Giuliana Trevisan era da poco diventata vedova e lascia i due figli, Attilio e Alessandro Bordon, in stato di choc per l’accaduto, visto che fino a poche ore prima dell’incidente avevano visto una madre arzilla e piena di vita.L’anziana è rimasta vittima di uno schianto violentissimo: le due auto si sono cappottate nel campo vicino a via Dei Mille, oltre la strada. L’auto dei carabinieri aveva a bordo il vicecomandante della compagnia di Adria. E’ successo il tre novembre, subito dopo pranzo, sulla strada regionale 443 che da Rovigo porta ad Adria. Una macchina dei militari della compagnia di Adria si è scontrata con la piccola Fiat 500 di un’anziana rodigina, che è subito stata ricoverata in fin di vita in ospedale. I militari, invece, hanno riportato lesioni non gravi e sono già stati dimessi. Tutto è successo intorno alle 13,30, quando la Punto di servizio della compagnia di Adria stava percorrendo la regionale, diretta a Rovigo. Era già arrivata in città quando, per cause che sono ancora in corso d’accertamento, si ritrova davanti la piccola utilitaria bianca di G. T., 74 anni, di Rovigo. La donna proveniva da Sarzano e pare stesse abbandonando via dei Mille per immettersi in via Nievo, verso Buso. I danni alle carrozzerie non lascerebbero dubbi: la signora non si è fermata allo stop. L’impatto, però, è stato devastante. La Punto di servizio su cui viaggiava il maresciallo Rocco Cannabona e un brigadiere della stazione di Adria hanno centrato in pieno la 500 nella fiancata del lato guidatore. L’utilitaria, di cui è rimasto ben poco se non lo scheletro, è stata spinta con violenza nel campo di fronte, a pochi passi dall’ospedale. LA PATTUGLIA , invece, è finita nel primo terrapieno, ribaltandosi su un lato. Immediati i soccorsi, tra tutti quelli dei vigili del fuoco che hanno dovuto districare la donna dalle lamiere. Il 118 ha caricato in ambulanza la signora, apparsa subito molto grave per il trauma cranico riportato. Ma anche i due militari che se la sono cavata con dieci giorni di prognosi per Cannabona e una settimana per il brigadiere (sono stati dimessi in serata). Sul luogo dell’incidente sono accorsi gli agenti della polstrada di Badia Polesine che si sono occupati dei rilievi. I carabinieri, invece, hanno dato supporto per la viabilità. Caterina Zanirato

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information