Login

Chi è on.line

Abbiamo 610 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8916912
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 22 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 40% (2 Votes)
Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

vetrine infranteI CASI SFONDATE LE VETRINE DI SELF, AUTOACCESSORI POLESANA, NAVIGARE E DPI MUNERATO. Rubate scarpe per 50mila euro di valore nel negozio Alvi Calzature di via Maneo

Potrebbero essere gli stessi ad aver preso di mira quattro negozi di Rovigo in poche ore, appena dopo l’alba di ieri, in zona industriale e nel centro. Quattro spaccate che hanno lasciato più danni ai negozi rispetto al bottino che hanno fruttato ai malviventi. A margine di queste, il furto riuscito da Alvi Calzature in via Ugo Maneo, una laterale di Corso del Popolo. “Non sappiamo esattamente quando sia successo, probabilmente stanotte” ha spiegato ieri il titolare, riferendosi alla notte tra domenica e ieri. “Hanno scassato il portone d’ingresso - ha proseguito - ed è la seconda volta che ci capita in nemmeno sei mesi. Hanno portato via scarpe per 40-50mila euro circa di valore, poco più della volta scorsa. Avevamo fatto il negozio con vetri antisfondamento e porte elettroniche circa cinque anni fa, pensando fosse impenetrabile. Ma ora bisogna mettere l’allarme”. Ritornando alle spaccate, la prima potrebbe essere stata quella del Self di via della Cooperazione, vicino al centro commerciale 13, poi quella all’Autoaccessori Polesani, nei pressi della Fattoria, quindi lo spaccio di Navigare in viale delle Industrie, infine la Dpi all’inizio di Corso del Popolo. In almeno due (Autoaccessori Polesani e Dpi) è stata riconosciuta una Opel Corsa bianca station wagon, grazie alle telecamere di sorveglianza, con due persone a bordo travisate dal cappellino ben calato sugli occhi. Cominciando dal Self, qui la vetrata centrale del negozio è stata sfondata da un’auto, ma i ladri non sono riusciti a portar via niente. I nastri della registrazione delle videocamere di sorveglianza sono ancora al vaglio dei carabinieri intervenuti. Il secondo colpo, in ordine di tempo, è avvenuto alle 6.45 circa nel negozio Autoaccessori Polesana, a fianco della Comet, nel complesso commerciale vicino alla Fattoria. “Ho guardato la registrazione delle videocamere - ha raccontato il titolare - i ladri hanno parcheggiato una Opel Corsa station wagon bianca sul piazzale. Uno dei due, mentre l’altro era in mezzo alla strada a fare il palo, è andato in mezzo all’aiuola e ha preso una grata di ferro, dirigendosi verso la porta d’entrata e iniziando a colpirla con forza, almeno una decina di volte, fino a quando l’ha sfondata. Ma l’avevamo assicurata anche con una chiusura interna, e non è riuscito a entrare. Intanto è partito l’allarme e così sono andati via”. I due malviventi sono stati descritti dal titolare del negozio come “due tipi snelli col berrettino calato in fronte. L’auto aveva una botta sul retro nella parte laterale sinistra”. Un indizio, questo, che confermerebbe la spaccata di qualche minuto prima al Self. Il terzo esercizio commerciale preso di mira è stato l’outlet Navigare di viale delle Industrie, intorno alle 7.10. E’ il deposito di un’azienda che ha sede ad Arquà Polesine. “Nonostante dentro la struttura ci fosse materiale per qualche milione di euro - racconta il titolare dell’azienda Leonardo Venturini - hanno preso un registratore di cassa e qualche pc. Oltre alla rottura della vetrata, ho calcolato danni per 7mila euro circa”. I ladri hanno sfondato l’ingresso e hanno fatto scattare l’allarme. “Il nostro sistema Civis ci ha subito avvertiti - conclude Venturini - e sinceramente pensavamo che fosse il solito falso allarme. Quando siamo arrivati non c’erano già più”. Per finire, i professionisti della spaccata se la sono presa con la Dpi Munerato, all’inizio di Corso del Popolo. Anche qui si sono portati via il registratore di cassa. “Ma è stata una spaccata senza frutti, nel registratore di cassa ci saranno stati sì e no 50 euro, giusto gli spiccioli per il resto - spiega il titolare, Munerato - il danno rilevante è stato provocato dalla loro automobile, con la quale sono entrati nel negozio in retromarcia. Ci saranno grosso modo 2.500 euro di danni, senza contare la settimana di lavoro che perderemo”. “La cosa che mi ha sorpreso e preoccupato è l’orario del colpo: le 7.15 della mattina, di lunedì, con i bambini che vanno a scuola e i bar già aperti” commenta Munerato, stesso pensiero peraltro del titolare dello spaccio Navigare. Le indagini di due spaccate (Autoaccessori Polesana e Dpi Munerato) e del furto (Alvi Calzature), sono in mano alla polizia di stato, le altre due spaccate sono seguite dai carabinieri di Rovigo. Quattro spaccate e un furto sono il bilancio di un fine settimana di furti, e tentativi di furto, a Rovigo. Vittime due negozi di Corso del Popolo, uno spaccio in via delle industrie, un negozio nella zona del centro commerciale La Fattoria e uno vicino al 13.Luca Crepaldi

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information