Login

Chi è on.line

Abbiamo 703 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8901108
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 20 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

polizia di statoIl lungo calvario di un proprietario immobiliare: da 11 mesi nessuno riesce a cacciar via la donna.Undici mesi e sei denunce non sono bastate. Non sono bastati a sbattere fuori di casa quell’inquilina morosa che deve ancora pagare un anno di affitto.

Non sono bastati a unproprietario di 77 anni per rientrare in possesso della sua abitazione, a Sarzano, a poca distanza da casa sua. Così, adesso, il professor Nicodemo Simonetta ha deciso di rompere il silenzio prendendo carta e penna. Ha scritto a tutti: al questore, all’ufficiale giudiziario che ha seguito il suo caso, al sindaco, al prefetto e al suo legale. Simonetta scrive «per denunciare per la sesta volta la mia inquilina (N. J. U., 45 anni originaria della Nigeria, ndr) sfrattata con ordine del giudice che fissa la data per l’esecuzione dello sfratto al 10 gennaio 2013. Sono trascorsi ormai undici mesi da questa data e l’inquilina continua ad abitare nel mio appartamento senza pagare il canone di affitto ormai da oltre quindici mesi».Da qui la decisione di tentare un’altra via, quella di denunciare la donna per resistenza a pubblico ufficiale. Infatti mercoledì scorso, secondo il racconto di Simonetta, alle 9,30 si presentano a casa sua il legale e l’ufficiale giudiziario per eseguire lo sfratto che otto mesi prima era stato comunicato alla donna. «Dopo pochi minuti intervengono le forze dell’ordine: quattro poliziotti e tre vigili del fuoco che fanno di tutto per convincere l’inquilina a lasciare libero l’appartamento che da qualche mese non si faceva scrupolo di subaffittare ad altri extracomunitari, mentre la stessa non pagava l’affitto al sottoscritto — racconta —. L’ufficiale giudiziario, insieme con l’avvocato, in mia presenza, a più riprese e dopo estenuanti discussioni durate fino alle 13,30, hanno detto all’inquilina di lasciare l’appartamento». Lei, in risposta, avrebbe detto di avere «mal di cuore». «A seguito di queste dichiarazioni lo sfratto viene rinviato a gennaio 2014 — aggiunge —. Secondo me si configura il reato di resistenza a pubblico ufficiale anche perché l’inquilina, venuta a conoscenza del rinvio, dopo quaranta minuti circa dall’esito della discussione girava in bicicletta per la strada».Una beffa nella beffa, visto che solo a inizio mese Simonetta aveva denunciato la nigeriana per avergli dato dell’usuraio e aver minacciato di dar fuoco a tutta la casa «così voi non avrete più niente». «Le leggi ci sono ma non vengono applicate — conclude —. Si va avanti spesso con la politica del rinvio senza rendersi conto del continuo spreco di risorse umane e finanziarie». c. d.

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information