Login

Chi è on.line

Abbiamo 689 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8911019
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 21 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 100% (1 Vote)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

caserma-silvestri-1

TRIBUNALE IL SOSTITUTO PROCURATORE DELLA REPUBBLICA HA CHIESTO LA CHIUSURA SULLE IPOTESI DI CONCORSO E ISTIGAZIONE

Nelle indagini emerso il clima conflittuale fra Zingale e Addario, ma nessuna avvisaglia della tragedia

Alberto Garbellini ROVIGO - Archiviazione. E’ la richiesta avanzata dal sostituto procuratore della Repubblica di Rovigo, Stefano Longhi, per l’inchiesta sulla morte del maresciallo Antonino Zingale, della moglie Ginetta Giraldo e del brigadiere Renato Addario. L’indagine aperta dalla magistratura rodigina sul caso di omicidio e suicidio, con l’ipotesi di concorso in omicidio e istigazione al suicidio pare quindi avviata verso un’archiviazione. Secondo il pm titolare delle indagini, quindi, non sarebbero emersi elementi tali da poter prevedere ipotesi di indagati o responsabilità. L’episodio avvenne il primo ottobre del 2012 alla stazione dei carabinieri di Porto Viro, quel giorno, secondo la ricostruzione dei fatti, Renato Addario, 50 anni, uccise il proprio maresciallo Antonino Zingale, 49 anni, mentre stava pulendo l’auto e la moglie di quest’ultimo, Ginetta Giraldo, 51 anni, prima di togliersi la vita con un colpo di pistola. L’inchiesta venne aperta dalla procura di Rovigo per fare piena luce sulla vicenda che suscitò clamore e sgomento in tutta Italia. Nel corso delle ricerche della magistratura sarebbe emerso il clima conflittuale che esisteva all’interno della stazione dei carabinieri di Porto Viro, una situazione di tensione legata alle diversità di carattere di Zingale e Addario. Un clima esistente anche prima della testimonianza di Addario stesso al processo per violenza sessuale nel quale il maresciallo fu poi assolto. In quell’occasione Addario dichiarò che non ricordava alcuni particolari, circostanza questa che, sembra, infastidì Zingale, acuendo i contrasti caratteriali fra i due militari. L’indagine non ha però riscontrato episodi di litigi fra i due prima di quel tragico primo ottobre, niente insomma che lasciasse presagire quello che poi avvenne. nemmeno dai tabulati telefonici dei cellulari, nè sulle memorie dei computer sono spuntati elementi che potessero indicare una situazione di vera e propria litigiosità, Fra i due carabinieri esistevano, infatti, solo rapporti legati al loro lavoro. Non sono saltate fuori nemmeno richieste di trasferimento dalla stazione di Porto Viro inoltrate da Addario e respinte. Anche le ricostruzioni dei carabinieri in servizio a Porto Viro o che lo erano stati non hanno fatto emergere fatti che potessero sostenere una ipotesi di concorso in omicidio o istigazione al suicidio. Senza riscontri anche le lettere anonime spedite a procura e media che avanzavano diverse ipotesi sulla vicenda. Per tutti questi motivi, quindi, il sostituto procuratore della repubblica ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta aperta contro ignoti. L’omicidio suicidio si svolse in quel tragico ottobre nell’arco di una ventina di secondi.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information