Login

Chi è on.line

Abbiamo 953 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8860289
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 12 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

giorgio-carollo(Fonte: RovigoOggi) - La Provincia di Padova rassicura: "la lista dei comuni padovani che vogliono entrare nel progetto 3L è lunga. Se ci fosse un conflitto con la gestione affidata a Consip dal sindaco Piva la soluzione c'è" - "La lista dei comuni del padovano che vorrebbero entrare a far parte del progetto 3L è lunga" dice Giorgio Carollo della Provincia di Padova. Se l'accordo sottoscritto dal comune di Rovigo per volere del sindaco Bruno Piva con Consip per la pubblica illuminazione a 12 milioni di euro per 9 anni fosse in "conflitto" con 3L, i fondi potrebbero essere destinati ad altri tipi di interventi nel comune stesso o in altri pescati dalla lista.

Angela Mancinelli della Bei il 23 gennaio a Padova ha citato come eccellente il progetto 3L delle Province di Padova e Rovigo (leggi articolo), sarebbe un peccato per Rovigo perdere un'opportunità, anche solo relativa alla pubblica illuminazione.

“Tutti i comuni facente parte il progetto 3L erano e sono avvertiti diprestare massima attenzione nell’affidare incarichi esterni di servizi e investimenti che fanno parte del progetto stesso, pena l’esclusione dei finanziamenti Bei”. E’ la voce ufficiale dell’Ufficio progetti innovazioni della Provincia di Padova che coordina il progetto sponsorizzato dalla fondazione Cariparo e che ha ottenuto l’ok dalla Banca europea degli investimenti per unfinanziamento di 61 milioni di euro. 

La scelta del sindaco Bruno Piva, senza alcuna delibera di giunta o passaggio in consiglio comunale, di affidare a Consip il servizio illuminazione pubblica per 9 anni e 12 milioni di euro, non fa né caldo né freddo a Padova. Se il contratto stipulato dal comune capoluogo del Polesine andasse in "conflitto" con i progetti di riqualificazione energetica della pubblica illuminazione previsti nel progetto 3L, male che vada il Comune di Rovigo potrebbe essere escluso dal progetto o in toto o solamente in parte. E la lista dei comuni padovani di media grandezza, sui 30 mila abitanti con caratteristiche simili a Rovigo, che vorrebbero entrare a far parte del progetto 3L è lunga. Quando la Fondazione Cariparo ha aperto il bando per la costruzione di Less energy, less cost, less impact ha voluto prevenire situazioni di defezioni, raccogliendo anche tutte le domande di quei comuni che hanno dato la loro adesione fuori tempo massimo, creando una sorta di graduatoria di ripescaggio. 

La scelta di Rovigo non mette a repentaglio tutto il progetto 3L della Fondazione Cariparo. “Il rischio che il progetto scenda sotto i 50 milioni di euro, che è la soglia minima per poter partecipare al finanziamento Bei, non c'è - afferma Giorgio Carollo portavoce della Provincia di Rovigo - Il progetto è stato studiato in modo che se una qualsisi amministrazione comunale intende svolgere in maniera autonoma un intervento o affidare con incarichi propri a ditte esterne, non compromette l’intero progetto. E’ un lavoro in work in progress e i fondi si possono destinati ad altri tipi di interventi in altri pescati dalla lista o nel comune stesso. Nel caso di Rovigo che non conosciamo, al massimo può succedere che i contributi Bei per l’illuminazione pubblica, stralciati da Rovigo, vengano trasferiti ad altre amministrazioni comunali in lista”.Brutta figura o meno del sindaco Piva con la Provincia di Padova e la Fondazione Cariparo, ora bisognerebbe conoscere il contratto da 12 milioni di euro sottoscritto con Consip, per capire se è stato vantaggioso o meno per le tasche dei cittadini, visto che il fondo Elena del progetto 3L eroga a fondo perduto fino al 90% dei costi di progettazione ovvero audit energetiche, progettazione esecutiva, piano di fattibilità e costi di gara
A tal proposito su Facebook alcuni rodigini dicono che chiederanno direttamente al sindaco della scelta fatta.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information