Login

Chi è on.line

Abbiamo 701 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8894520
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 19 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

usura(Fonte: Corriere del Veneto - Rovigo) - Dopo l’inchiesta sui bancari di Adria, denuncia della Legaconsumatori. I sindacati: con la stretta al credito persi posti di lavoro - «Le banche tornino a fare il loro mestiere, ovvero garantire credito a chi lo merita, e smettano di fare altro». Marco Marcello, presidente provinciale di Confartigianato, non usa giri di parole

nel esprimere alcune considerazioni generali dopo che la Procura rodigina ha chiesto il rinvio a giudizio per il reato di usura nei confronti di due funzionari di banca di Adria. A denunciarli è stata una società in nome collettivo adriese del settore edile in rapporti d’affari coi due, poi dichiarata fallita nell’aprile 2011. Al di là del caso specifico, si tratta di una vicenda giudiziaria che innesca riflessioni sulle difficoltà di rapporto tra piccole imprese e banche. Per Marcello questa problematica «è ormai a livelli estremi, perché il credito ormai viene erogato col contagocce. Sono comportamenti non accettabili, anche perché si sa che gli istituti di credito - continua - hanno goduto di contributi e hanno fatto investimenti finanziari invece di concentrarsi sul loro mestiere ».

Non dissimile il ragionamento portato avanti da Giampietro Gregnanin, segretario provinciale confederale della Uil. «Da sindacalista - spiega - non posso che registrare come la moria delle piccole imprese, e la conseguente perdita di moltissimi posti di lavoro, sia stata causata, e continui a esserlo, anche dalla oggettiva rigidità del mondo creditizio nei loro confronti ». Per Gregnanin «questo atteggiamento di chiusura verso le aziende può creare dei meccanismi potenzialmente malavitosi, spingendo gli imprenditori - conclude - nelle braccia degli usurai». Il ricorso alla denuncia in Procura contro gli istituti bancari per usura da parte dei cittadini è un trend ormai consolidato. Dal luglio 2012 al luglio 2013 si è passati a 22 esposti contro l’uno del periodo precedente di riferimento (luglio 2011-luglio 2012). Intanto, in Polesine l’associazione Legaconsumatori nei giorni scorsi si è mossa su un versante diverso. Infatti si è rivolta al giudice civile promuovendo alcune cause contro le banche per usura. L’obiettivo, spiega il presidente dell’associazione Enrico Scarazzati, «non è quello di essere aggressivi ma di cercare di ottenere un accordo tra i nostri clienti e gli istituti di credito».

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information