Login

Chi è on.line

Abbiamo 604 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8891640
LOGIN/REGISTRATI
Lunedì, 18 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

gaffeoL’appuntamento di domenica prossima, quando i rodigini saranno chiamati alle urne per il ballottaggio, rappresenta la possibilità di aprire una nuova stagione a Rovigo con Edoardo Gaffeo sindaco. Un’occasione che sarebbe sbagliato lasciarsi sfuggire: dopo i disastri delle due fallimentari amministrazioni del centrodestra, ora i cittadini di Rovigo possono finalmente voltare pagina.

Li invitiamo a farlo, scegliendo un sindaco serio e preparato che ha veramente a cuore il futuro della sua città. Edoardo Gaffeo è il nostro candidato perché rappresenta il progetto di una Rovigo fondata su accoglienza e inclusione, sostenibilità e progresso, partecipazione e innovazione. Un progetto alternativo a quello della Lega, che speriamo possa dirsi concluso dopo la parabola fallimentare della giunta Bergamin.

Sosteniamo convintamente Edoardo Gaffeo perché nella sua visione per la città ha scelto di mettere al centro le persone e la comunità. Partendo da temi concreti, in primis l’ambiente e la salute. La città di Rovigo, secondo la classifica di Legambiente sulla qualità dell'aria, è la quarta più inquinata d'Italia, la prima in Veneto. Un dato su cui certamente incide l'inadeguatezza del trasporto pubblico locale, fortemente penalizzato dal governo regionale a guida leghista. Sì, perché in vent'anni di governo la Lega ha praticato una distinzione tra veneti di serie A e veneti di serie B. In questi vent’anni i rodigini, considerati figli di un dio minore, hanno pagato un conto salatissimo.

Lo stesso per quanto riguarda la sanità, con la progressiva riduzione del servizio pubblico a favore del privato: con la Lega al governo, ad esempio, l'ospedale di Rovigo ha perso 60 posti su un totale di 420, pari a circa il 15%, ed è stato declassato ad "hub provinciale". Questo significa un impoverimento delle cure ad alta complessità, tradotto: più viaggi della salute per i rodigini verso Padova e Verona. La Lega è il killer della sanità pubblica in Veneto in generale ed in particolare nel Polesine e a Rovigo, territorio che ha sempre penalizzato considerandolo periferico nella geografia del potere regionale. E quel che non ha fatto a Venezia, il Centrodestra l’ha fatto a Rovigo: lo dimostra la vicenda del Centro antiviolenza, che rischia la chiusura anche a causa dei tagli della giunta Piva prima e della giunta Bergamin dopo.

I rodigini meritano di più. Meritano un sindaco in grado di tutelarli e di progettare un futuro per la città, un sindaco che metta l'interesse generale prima degli interessi di partito, un sindaco che pensi al futuro di Rovigo prima che alla propria carriera politica. Per questo al ballottaggio di domenica 9 giugno invitiamo a votare Edoardo Gaffeo sindaco di Rovigo, perché cresca felice!

Patrizia Bartelle (Italia In Comune), consigliere regionale
Piero Ruzzante (Liberi E Uguali), consigliere regionale

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information