Login

Chi è on.line

Abbiamo 625 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8885395
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 17 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

1653958-tribunale rovigo

UFFICI GIUDIZIARI ROVIGO - Due pubblici ministeri in Procura ma ne servirebbero sei. Il presidente del Veneto Luca Zaia se la prende con il governo che dovrebbe presentare la riforma della giustizia.

 

(Fonte: RovigoOggi del 21 agosto 2013) - Il presidente della giunta veneta Luca Zaia interviene per sottolineare la grave situazione della Procura di Rovigo in cui lavorano due pubblici ministeri ma ne servirebbero sei. Per il governatore la responsabilità dell’emergenza è del Parlamento che ritarda a presentare una riforma della giustizia. Non è l'unico problema del tribunale di Rovigo, che ha un concreto bisogno di spazio col prossimo trasloco dei tribunali di Adria ed Este. In ballo c'è il progetto della cittadella della giustizia.

Emergenza magistrati alla Procura di Rovigo. E’ una situazione grave quella in cui versa la Procura rodigina: è costretta a chiedere “in prestito” dei rinforzi da Padova e Venezia, perché dispone di soli due pubblici ministeri dei sei che dovrebbero essere in servizio.
La questione è stata presa in considerazione dal governatore del Veneto Luca Zaia che si scaglia contro il Parlamento che tarda ad occuparsi della riforma della giustizia italiana. “La vicenda di Rovigo – afferma Zaia – è solo la punta di quell’enorme iceberg che si chiama crisi della giustizia italiana, una crisi che pervade l’intero sistema e in taluni casi impedisce ai cittadini di accedere compiutamente a servizi basilari per una società che vuole definirsi moderna”.

Il presidente della giunta veneta sottolinea che la responsabilità non è dei magistrati ma della “cronica incapacità del Parlamento di attuare quella riforma che tutti invocano ma che non ha mai visto la luce”.
“Commette un errore chi attribuisce le colpe di questo drammatico stato di cose principalmente a giudici, magistrati e a quanti operano negli organi giudiziari - puntualizza Zaia -. La verità è che sono loro stessi vittime di quell’inefficienza legislativa che caratterizza il lavoro delle Camere e delle scelte assurde calate da Roma sui territori, come nel caso, per restare nel Veneto, della decisione di chiudere il tribunale di Bassano”.

Quindi Zaia conclude: “Con quale buonsenso – chiede polemicamente Zaia, in conclusione – si può prevedere la soppressione di un presidio come quello bassanese, in una delle aree più produttive dell’intero Paese e dopo aver speso 15 milioni di euro per costruirne la nuova sede che nessuno userà mai? Questo non può essere il modo di governare la giustizia”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information