Login

Chi è on.line

Abbiamo 922 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8863708
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 12 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ambulanti

Vertiginosi aumenti per negozianti e artigiani. La protesta delle associazioni 

"La situazione è imbarazzante. Chiediamo almeno si faccia subito una conferenza dei sindaci per uniformare le aliquote della tasse per le imprese. A partire della Tares, ma anche per le altre. Sono appena stato in sei Comuni diversi a parlare, ci sono sei proposte diverse. Non è più possibile andare avanti così". Il presidente provinciale di Cna, David Gazzieri, si fa portavoce di una richiesta che è di tutte le associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato. Al centro la questione Tares, il costo dei rifiuti. Ieri alla Camera di commercio al suo fianco c’erano il direttore di Cna, Alessndro Monini, il presidente di Confesercenti Primo Vitaliano Bressanin, il presidente Ascom, Elena Grandi, quello di Confartigianato, Marco Marcello e il direttore dell’Upa, Daniele Andreotti. Le aliquote comunali della Tares sono già state fissate, tanti bilanci approvati, per un’uniformazione a livello provinciale siamo fuori tempo massimo. Ma Gazzieri ci crede ancora: "Se ne può parlare anche per quest’anno. Se c’è la volontà". A dargli man forte ci pensa Monini: "C’è stato scarso coinvolgimento. Noi è dall’inizio dell’anno che chiediamo agli amministratori di essere convocati, di concordare. Ma non è servito a niente. Ognuno va per conto proprio, cinquanta interpretazioni differenti. E poi in tanti siti non sono pubblicate le tariffe". "Cinquanta bilanci diversi, il problema è lì", si inserisce Bressanin. "Ci sono Comuni che per la stessa attività propongono sgravi del 25 per cento e altri del 75 — riprende Gazzieri —. Comuni confinanti. E magari il titolare vive in un paese vicino con una regolamentazione ancora diversa. Si creano situazioni di concorrenza sleale, lo possiamo dire tra virgolette, ma di fatto si mettono imprese concorrenti in condizioni differenti, inoltre — continua il presidente Cna —, la situazione è imbarazzante anche perché c’è chi paga due volte. Ci sono imprese che producono rifiuti speciali e che per legge già pagano separatamente lo smaltimento. Ma non sono esenti dalla Tares, dunque di fatto pagano due volte per i rifiuti. Chi produce rifiuti speciali deve conferirli a smaltitori autorizzati e le procedure hanno un costo elevato". Daniele Andretto, dell’Upa (Casartigiani) pone l’accento sulle aliquote: "I Comuni le mettono quasi sempre al massimo. Ma come aumenta la pressione fiscale aumenta anche l’evasione. Ad aprire ormai per un terzo sono imprese straniere, soprattutto di servizi. Molte attività sono in affitto d’azienda. La proprietà degli immobili è un’altra e rintracciare chi non ha pagato è sempre più difficile. Quindi, la pressione fiscale si scarica ancora, maggiormente, sui contribuenti. I Comuni piccoli sono poco efficaci anche per questo motivo. Ben vengano gli accorpamenti e le unioni". Tommaso Moretto

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information