1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

GALASSIA VILLAMARZANAVILLAMARZANA UNA PIZZERIA E UN PANIFICIO CHIUDONO L’ATTIVITÀ IN PAESE: “TASSE, ULTIMA GOCCIA”.Galassia e Di Palmo 2 si arrendono, e l’amministrazione finisce sotto accusa.Villamarzana: un paese che muore.

La voce che si alza dal paese è di quelle preoccupanti. Poco tempo fa, infatti, ha chiuso i battenti lo sportello della banca, e ora anche la pizzeria del centro, La Galassia, prende la stessa strada. “Il paese muore ma non si reagisce”: questo il leitmotiv tra i banchi del mercato e nel bar che si affaccia sulla piazza principale del paese. Ma il motivo che ha portato i gestori della pizzeria ad abbassare la serranda scuote anche molti cittadini. Nel mirino, infatti, c’è la tanto famigerata Tares, la nuova tassa su immondizie e servizi pubblici. “Una processione di gente - spiegano in paese - va quotidianamente in Comune a chiedere lumi su questa tassa: è troppo alta e bisogna pagarla entro il 16 dicembre”. Il gestore dell’ormai ex pizzeria, dal canto suo, preferisce non esprimersi: “Il lavoro cala, le tasse aumentano. Non si può andare avanti così”. Insomma spese insostenibili per portare avanti un’attività commerciale. “Nel marzo 2007 ho fatto l’investimento - racconta - all’epoca si lavorava, ma adesso è finita. Ho tre figli da mantenere ma per fortuna ho un’altra pizzeria da asporto a Villanova”. Anche la banca ha chiuso i battenti a settembre e chiuderà a febbraio prossimo anche il panificio Di Palmo 2, sulla provinciale. Le cause? “Alla sera non veniva più nessuno - continua il pizzaiolo - A mezzogiorno c’era movimento in passato, quando i capannoni della macroarea erano in costruzione. Adesso la zona è morta: non ci sono operai che vengono a pranzo. Ha inciso anche l’aumento della tassa sui rifiuti - dice alla fine - che è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso”. Il gestore della pizzeria, poi, attacca il Comune: “Non si è fatto vivo nessuno: nemmeno il sindaco. L’avrò visto due volte in sette anni”. Stessa musica dal vicino panificio Di Palmo 2, sulla provinciale: “Abbiamo deciso di chiudere a febbraio perché non ci stiamo dentro con le spese. Se non fosse per i tre mesi anticipati di affitto avrei chiuso a fine novembre. Per fortuna abbiamo anche un forno a Canale che funziona bene. Anche le tasse hanno inciso: da parte del sindaco c’è una mancanza di attenzione per le attività commerciali”, accusano i gestori.Piera Marsilio

 

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information