Login

Chi è on.line

Abbiamo 733 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8884238
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 17 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

massimo-giorgetti-02-1La Regione Veneto ha presentato in Cciaa il bando per l'adeguamento sismico per le aziende dell’Altopolesine. Predisposto un milione di euro a fondo perduto - Un milione di euro per le aziende dei comuni di Ficarolo, Fiesso Umbertiano, Gaiba, Occhiobello e Stienta a fondo perduto per l’adeguamento sismico la regione veneto ha aperto un nuovo bando

presentato in Cciaa dall'assessore regionale Massimo Giorgetti (foto a lato), l'assessore Isi Coppola e il consigliere Cristiano Corazzari. C'è tempo fino al 20 novembre.

La giunta regionale ha approvato l’apertura di un bando per la concessione di contributi a fondo perduto per interventi di messa a norma antisismica di edifici ospitanti attività produttive, assimilabili ai capannoni industriali, che si trovano nei 21 comuni della provincia di Rovigo individuati come area veneta colpita dal sisma del maggio 2012. Il provvedimento è stato illustrato il 15 ottobre nella sede della Camera di Commercio di Rovigo dagliassessori regionali allo sviluppo economico Isi Coppola e ai lavori pubblici Massimo Giorgetti. Era presente anche il consigliere regionale Cristiano Corazzari. 

"L’importo messo a disposizione delle imprese polesane – ha detto l’assessore Coppola – è di un milione di euro, a valere sul Fondo Unico Regionale per lo Sviluppo Economico e per le Attività Produttive. Gli interventi da finanziare non riguardano i danni provocati dal terremoto, ma l’obbligo di messa norma antisismica previsto per tutti gli edifici che ospitano attività produttive. A fronte delle preoccupazioni espresse dagli imprenditori per questo adempimento di legge – ha aggiunto l’assessore – la Regione ha ritenuto di intervenire con uno strumento ad hoc, grazie ad un lavoro portato avanti in sinergia. In particolare, per le attività ubicate nei comuni di Ficarolo, Fiesso Umbertiano, Gaiba, Occhiobello e Stienta". 
"Si chiude così un percorso – ha detto il consigliere Corazzari – per dare risposte concrete a una situazione che vede questi comuni che non possono ricorrere ai fondi che riguardano le zone sismiche, perchè non ne sono inseriti. Occorre quindi – ha sostenuto – rivedere e modificare la classificazione sismica del territorio regionale". 

Da parte sua l’assessore Giorgetti ha spiegato che esistono fondi della protezione civile per questo tipo di interventi ma solo per aree ad alto rischio e quest’area non è classificata tale. Bisognava individuare lo strumento per risolvere il problema e questo bando della Regione è la risposta. Il contributo regionale per singolo intervento sarà pari al 50% delle spese lorde ammissibili, ma non potrà comunque superare i 70 mila euro. Il bando sarà ora pubblicato sul Bur e le domande dovranno pervenire entro il 20 novembre.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information