Login

Chi è on.line

Abbiamo 473 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
49
Articoli
3350
Web Links
4
Visite agli articoli
11335484
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 25 Novembre 2020
 
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

bartelle ves“Nel leggere l’intervista apparsa oggi sulla stampa del Presidente di Confindustria Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese, nella quale sostiene l’inceneritore di Fusina, ci pare si celi un palese conflitto di interessi”. Questo il pensiero di Patrizia Bartelle  e di Alessandra Cecchetto (VES), che continuano:

“Il Sig. Marinese è amministratore unico di SIRAI – Società Italiana per la Riqualificazione Ambientale ed Infrastrutturale S.r.l. di Porto Marghera, società che si legge nel sito "è in grado di accompagnare il cliente dalle fasi iniziali di pianificazione e realizzazione della caratterizzazione ambientale fino all’esecuzione dell’intervento di bonifica, realizzando, installando e gestendo l'impianto o gli impianti necessari alla rimozione degli inquinanti dalle matrici impattate". Ci sembra che sia più che funzionale all'Azienda di Vincenzo Marinese avere un luogo vicinissimo dove possano essere poi "smaltiti", bruciandoli, gli inquinanti rimossi.”

Cecchetto afferma anche che “Quanto ai <<quattro cialtroni pseudo ambientalisti>>, credo che il Presidente di Confindustria di Venezia e Rovigo non abbia letto la lettera sottoscritta da tutti i pediatri di base di Venezia, Marghera e Mestre e da molti altri Colleghi, me compresa, tutte persone non sono solo laureate, ma specializzate in pediatria o in altre branche mediche. Varrebbe la pena che il Presidente leggesse seriamente l'appello inviato il 26 maggio scorso da più di 350 Organizzazioni di 90 paesi, che rappresentano OLTRE 40 MILIONI DI SANITARI di tutto il mondo, ai leaders del G20 (tra cui il nostro Premier Conte). In esso si chiedeva che medici e scienziati, come erano stati ascoltati per l'emergenza COVID, fossero ora seguiti riguardo l’emergenza climatica e inquinamento. La lettera dice che abbiamo affrontato l’epidemia con corpi già indeboliti dall’inquinamento e invita i governi ad un drastico cambio di rotta, citando espressamente gli inceneritori come causa di morte e malattia. Questo appello mondiale è stato firmato anche dalla FNOMCeO, la federazione che rappresenta TUTTI i medici italiani.”

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Civitanova soprattutto responsabilità annunciato dichiarato responsabile capogruppo particolare associazioni possibilità all'interno Comunicato dipendenti referendum condizioni amministrazione attraverso manifestazione condannato lavoratori pubblicato Alessandro intervento Redazionale commissione democrazia maggioranza importante presentato ambientale Napolitano situazione parlamentari QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information