1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

chiesaverde

Se siete a Londra, è assolutamente d’obbligo entrare in una delle chiese più suggestive della città - Non si tratta di una chiesa come tutte le altre dove si celebrano funzioni religiose; 

non si entra per pregare, ma per respirare arte e natura. La Clare College Mission Church, nota anche come Dilston Grave, è una chiesa abbandonata che ritorna a vivere grazie agli “artisti del verde” Heather Ackroyd e Dan Harvey.
Le pareti interne del luogo, un tempo sacro, sono state ricoperte da un sottile strato di argilla in cui sono stati piantati i semi. Acqua e sole hanno fatto il resto e la chiesa ora è un cubo di muschio. L’effetto visivo e artistico è incredibile.
Questa opera di land art è stata curata nei minimi particolari dai due artisti Heather Ackroyd e Dan Harvey che hanno cominciato ad impiegare l’uso dell’erba per le loro opere sin daglianni ’90. Hanno iniziato proprio in Italia a Bussana Vecchiacon il progetto L’altro Lato il cui scopo era di creare uno spazio vivente interno dove potesse crescere erba sulle pareti. Ecologia, architettura, fotografia e scultura sono gli elementi chiave attraverso i quali si costruiscono i loro lavori.
Questa chiesa green, che al posto di immagini sacre ha della carta di pareti verde, risale al 1900 e dal 1960 è stato teatro di diverse sperimentazioni artistiche, ed ora rappresenta una delle perle nascoste di arte nel sud di Londra. L’atmosfera all’interno è veramente suggestiva, un mélange di malinconia, spiritualità, natura e arte, un contrasto tra decadimento e crescita green.

La luce filtrata dalle finestre crea un interessante gioco di luci all’interno e mostrano le variazioni cromatiche dell’erba, uno dei temi a cui sono particolarmente interessati i due artisti.

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information